STATO DEL MERCATO NPL META’ 2020 – report PwC!

Stato del mercato NPL meta’ 2020: è più che giunta l’ora di fare l’analisi classica (ma critica!).

Perché dico più che giunta?

1) l’ultima volta era fine 2019

2) tecnicamente.. siamo già oltre la metà del 2020!

Solo che.. ho voluto pubblicare qualche cosa in più prima di arrivare a questo punto.

Ora basta tirarla lunga.. bisogna tirare le somme..

QUESTO E’ LO STATO DEL MERCATO NPL META’ 2020! Start!

STATO DEL MERCATO NPL META’ 2020: THE SOURCE

STATO DEL MERCATO NPL META' 2020 PWC

Come sempre – e mi sembra imprescindibile – uso solo fonti che reputo estremamente affidabili.

Ci tengo a mia volta che la Gazzetta degli NPL sia una fonte solida per te..

..per cui qua non troverai molte ipotesi buttate a intuito o voci di corridoio che mi ha raccontato la signora delle pulizie (con tutto il rispetto).

Più nello specifico, oggi disseziono per te il report PwC sullo stato del mercato NPL metà 2020 in Italia, publicato a Giugno.

Ecco perché il materiale era più che pronto per essere divorato 🙂

Per la cronaca, PwC (PricewaterhouseCoopers)  è una realtà internazionale di consulenza finanziaria, legale e fiscale, riconosciuta come autorevole in maniera indiscussa.

Allora cosa stiamo a discutere?!?!?

Infatti vado al sodo: il documento ha talmente tanto da dire sugli NPL a questo giro che potrei fare anche una seconda parte..

STATO DEL MERCATO NPL META’ 2020: SCENARIO MACROECONOMICO

STATO DEL MERCATO NPL META' 2020 1(clicca per ingrandire)

Altro aspetto inedito di questo nuovo report PwC è il fatto che è contestualizzato con COVID. Qualche dettaglio in più tra poche righe.

Il documento introduce il filone con un’osservazione incoraggiante su quello che hanno fatto le banche: negli ultimi anni, pressate dalla BCE (Banca Centrale Europea) e quant’altro, hanno praticamente dimezzato le camionate di NPL che possiedono.

Infatti sono passate dall’infamo picco di €341 miliardi nel 2015 a €135 miliardi nel 2019.

Non era male, per il sistema creditizio..

Peccato che, questo magico anno, un certo COVID-19 ha colpito e ha messo nuovi ostacoli sotto le ruote dei creditori (che per una volta sembrano riusciti a mettere in piedi una macchina ben oliata)!

In effetti il virus ha fatto aumentare di nuovo i volumi NPL; l’aumento ha luogo nel breve e nel medio termine.

Si tornerà ai livelli del 2015?

Probabilmente no, ma è un’altra “botta” a discapito delle banche.

Per te vorrà dire qualche investimento brillante in più / possibilità di investire per più anni a venire!

Ehehe.

INOLTRE!

Secondo altre importanti analisi, come alcune statistiche della Commissione Europea, anche il PIL viene impattato e cala del 9.5%.. di questo è un pelo più difficile approfittarne.

I mesi più ostici sono stati Marzo e Aprile.

Il lockdown ha fermato la maggior parte delle imprese, mandando in crisi l’economia e la popolazione.

Il governo, come sai, ha già introdotto delle misure volte a proteggere un pochino l’economia, e altre arriveranno nei prossimi mesi.

In tema crediti, l’idea è di facilitare le attività medio-piccole a ottenere nuovi prestiti!

Nei grafici che ti ho messo sopra, puoi notare alcune conseguenze che lasciano da desiderare: il crollo del PIL (GDP) .. o anche .. l’aumento della disoccupazione; no bueno.

E ANCORA!

Complessivamente, gli investimenti sono diminuiti del -14.2% nel Belpaese.

Le notizie cattive non finiscono qui.

Al tempo stesso, la debt ratio del famoso Stivale è salita da 134.8 nel 2019 a.. rullo di tamburi.. 158.9. Olè!

Non demoralizzarti al 100% (fermati a 99): tutti gli stati membri dell’UE sono colpiti negativamente e la pandemia sta passando.

Secondo BCE, l’economia italiana crescerà del 6.5% nel 2021.

so i got that goin' for me which is nice - Bill Murray Caddyshack ...

Oh, PwC dice che le banche potrebbero modificare le loro strategie, i loro ritmi di cessione degli NPL nell’arco 2020-2022 perché non sanno con certezza che appetito possono avere gli investitori.. il mio messaggio per te è chiaro: non essere timido, fatti avanti!

STATO DEL MERCATO NPL META’ 2020: MOVIMENTI RECENTI

STATO DEL MERCATO NPL META' 2020 2

Nel periodo quinquennale 2015-2019 hanno scambiato mani €230 miliardi di NPL lordi, not bad.

Come detto prima, lo stock totale si è più che dimezzato.

Ma nella prima metà del 2020, le cessioni di NPL totali ammontavano a €1.3 miliardi, un terzo rispetto al 2019 (€3.9 miliardi).

Hmmm…

Un rallentamento importante, ma non una sosta: nonostante il virus, il mercato è comunque vivissimo, più di quanto si pensava possibile a febbario.

Senti..

PwC stima che nel 2020 si concluderanno €25 miliardi di affari NPL sul mercato primario, che potrebbero arrivare a €34 miliardi se va in porto anche una cessione di ben €9 miliardi da parte della “mitica” Monte Paschi.

Anche altre banche puntano in alto: Unicredit per esempio cercherà di svendere in tutto €8.5 miliardi di NPL nel corso dell’anno (tramite una moltitudine di progetti).

Nota mia: se hai fatto caso nel grafico precedente, c’è “tanto grigio” nel 2020; vuol dire che la maggior parte degli NPL è ancora nelle pance delle banche di quest’anno..

In ottica di trovare crediti interessanti per investire, preoccupati poco: si attinge lo stesso ad un pool enorme di NPL.

Cosaaaaaaa?!?!?

Non sai come? Hai almeno un capitale di €150 000? Scrivimi, potrei pensarci io!

STATO DEL MERCATO NPL META’ 2020: SVILUPPI ITALIANI

STATO DEL MERCATO NPL META' 2020 3

Gli autori del report paragonano il 2020 un po’ col 2008, il momento della storica crisi globale.

Se all’epoca ci sono voluti 7 anni per accumulare la montagna di €341 miliardi di NPL, stimano che un nuovo “piccolo picco” dovuto al Corona lo vedremo tra 2, massimo 4 anni.

Interessante previsione..

Intanto le banche nostrane hanno accantonato fondi da usare come “tamponi” contro gli effetti indesiderati del virus (grafico sopra).

Intesa la più preparata (teme disastri irreparabili?).

PwC poi stima che nel 2021 i volumi delle transazioni NPL sul mercato primario saranno simili, tra 20 e 25 miliardi, mentre nel 2021 impenneranno di nuovo – tra 35 e 40 miliardi (escludendo compravendite grosse come quella di MPS).

Nel documento originale (trovi il link in fondo) c’è una bella tabella che riassume le cessioni NPL più importanti già concluse nel 2020.

Tra queste, spicca il venditore J-Invest che ha ceduto €1,7 miliardi di NPL unsecured a “NPL Securitisation Italy SPV Srl”, una società veicolo sul mercato secondario.

Illimity compare tre volte, sia come venditore che acquirente: è da tenere d’occhio, perché appare evidente che adora fare il giocoliere dei crediti deteriorati..

STATO DEL MERCATO NPL META' 2020 4

Invece le compravendite in corso sono tante, quasi tutte sul mercato primario e più della metà sono dell’ordine di miliardi.

Oltre a MPS, c’è anche Cariparma che vuole sbarazzarsi di €3 miliardi di NPL in un colpo solo, oppure Unicredit con 2,5 miliardi.

IL MERCATO IMMOBILIARE ITALIANO!

STATO DEL MERCATO NPL META' 2020 5

Il 2019 è stato frizzante a livello di affari immobiliari.

Il 2020.. eh, diciamo che, nella prima metà, da quello che ho potuto osservare tu hai avuto un approccio “aspetto a vedere cosa succede”.

Cosi gli investimenti immobiliari tutto sommato sono calati, però gli investitori istituzionali sono sempre rimasti lungimiranti.

Prendi esempio!

Ecchecavolo..

Veramente nel 2019 sono aumentate le vendite di immobili residenziali in tutte le regioni.

Come sai, le aste immobiliare hanno letteralmente fatto halt negli ultimi mesi; ma nel 2019, il totale era di poco oltre 200.000.

Quasi la metà si tenevano nel nord.

STATO DEL MERCATO NPL META' 2020 6

Una cosa davvero, ma davvero importante da capire è che il settore residenziale prevale sempre, come vedi nel grafico con i cerchi.

Questo è il motivo per cui tipicamente io propongo investimenti in case e appartamenti, con NPL Advanced.

PwC commenta ulteriormente la situazione in relazione al COVID: secondo loro, quest’anno le transazioni residenziali potrebbero essere inferiori del 20-25% rispetto a quello scorso.

Però permane ancora incertezza perché nessuno può indovinare tutte le misure che stanno ancora per nascere dalle farneticazioni dei politici, per dirne una..

SUI REGOLAMENTI..

Regolamenti

La parte più noiosa ma purtroppo ancora di rilievo.

Alla fine, le regole e le norme dettano l’andamento di tutto.

Perciò..

Ti racconto brevemente cosa ha da dire a riguardo il report sullo stato del mercato NPL meta’ 2020!

Fondamentalmente, le autorità competenti cercano di rilassarsi e rilassare le cose.

Adottando un approccio flessibile, chiudono un occhio quando si tratta di monitorare i target e rimandano le scadenze.

In più, fanno il possibile per facilitare l’erogazione di nuovi prestiti lato banche..

Il tutto perché “le circostanze sono eccezionali”.

Stando al materiale pubblicato, le misure delle autorità si possono dividere in 3 categorie:

1. ADDOLCIRE LE PRESSIONI

Le classiche pressioni che la BCE ha fatto sulle banche italiane da qualche anno a questa parte per spingerle a vendere gli NPL come se non ci fosse un domani.

Ora allunga un po’ la pacchia e da’ più tempo, cosi perché ha pietà.

2. REVISIONE DEL CALENDARIO DELLA NORMATIVA

La EBA (European Banking Authority) consiglia alle autorità di rinviare tutte le attività di supervisione che non sono essenziali (es. ispezioni on-site).

La BCE aspetta 6 mesi in più per le investigazioni TRIM o per controllare la compliance con le misure SREP.

3. INVITI VERSO LE BANCHE A REVISIONARE E MONITORARE I LORO PIANI B

Le banche devono rileggere e ragionare sui loro piani di business continuity per accertarsi che è tutto in bolla.

Sia chiaro: la EBA ha un ruolo molto più determinante di quanto sembra.

Si parla spesso della BCE, però tieni presente che la EBA ha pubblicato intensamente raccomandazioni e linee guida su come rispondere agli impatti COVID per le banche, a partire dal 12 Marzo.

PwC appofondisce poi le linee guida della EBA sulla moratoria, nonché dettagli sul comportamento della Commissione Europea, IFRS 9 e altro ancora.

Se sei curioso puoi sempre andare alla fonte per leggere tutto (rigorosamente in inglese), tuttavia puoi leggere qui il succo e la conclusione:

SEMPLICEMENTE IN QUESTO PERIODO I CREDITORI SI POSSONO PERMETTERE DI RESPIRARE CON MENO ANSIA, MA DEVONO E STANNO COMUNQUE FACENDO IL POSSIBILE PER PASSARE TUTTE LE PALLE NPL AD ALTRI.

STATO DEL MERCATO NPL META’ 2020: I NUMERI ITALIANI NEL DETTAGLIO

Trend NPE/NPL

Guarda li.

Dopo i €341 miliardi (lordi) raggiunti nel 2015, il sistema bancario è davvero riuscito a scaricare una barca di crediti e arrivare a €135 miliardi nel 2019.

Gli NPL netti hanno seguito lo stesso trend (per forza), arrivando a €27 miliardi verso fine 2019.

Non a caso poi, le regioni con le percentuali più alte di NPL rispetto ai crediti totali in circolazione sono quelle del Nord Italia; i termini di volumi, Lombardia e Lazio hanno il 32,5% di tutti gli NPL italiani, grazie a Milano e Roma (le “capitali” dei crediti deteriorati).

Adesso ti butto un altro grafico saliente:

Breakdown of gross Bad Loans by counterparty

Cosa dice? Guarda quanto rosso..

Il rosso è etichettato “Corporate & SME”.. (corporazioni ed imprese piccole e medie)..

Vuol dire che gran parte dei miliardi derivano dal mondo aziendale.

Gli NPL immobiliari residenziali sono comunque molti di più in confronto, ma valgono meno.

Questo è.

Guarda infatti come si dividono gli NPL in base al “peso”:

NPL divisi per peso

Il 54% degli NPL, più della metà, valgono più di €1 milione di euro!

GACS FOR THE WIN LOSE?

GACS

Una delle salvezze delle banche italiane, dal 2016, è stata GACS: GAranzia per la Cartolarizzazione delle Sofferenze, incentivo dello stato italiano.

Non tutto è paradisiaco per i nostri creditori ansiosi: regole più stringenti per l’accesso alle GACS, assieme a costi maggiori, hanno ridotto il desiderio delle banche di farne leva.

Tant’è che le cessioni fatte con l’aiuto delle GACS si sono più che dimezzate nel 2019 rispetto al 2018..

In passato ne hanno fatto uso alla grande: MPS nel 2018 ha chiuso la famosa cessione di €24 miliardi di euro (!) in un  colpo solo grazie a GACS!

L’anno scorso sono state chiuse 6 transazioni GACS per un totale di €17 miliardi lordi di euro.

Quest’anno ancora non hanno chiuso niente sfruttando GACS, ma si ipotizza che Sondrio e BPER cercano di fare appello a questi mirabolanti aiuti.

LENTE D’INGRANDIMENTO SULLE BANCHE

Banche

PwC aggiunge anche questi grafici a “bolle” che io adoro.

Sono innamorato..

Ok, mi do’ un attimo una sberla, qua devo stare lucido e non scendere nel poetico.

I grafici sono due, ognuno con due metriche interessanti.

Nel primo, NPE ratio lordo (media: 8.7%) e NPE coverage ratio (media: 50.8%).

Unicredit è quella che “spacca” con un NPE ratio basso mentre coverage altissimo (65.2%) – impressionante, devo ammettere..

Nel secondo grafico le stesse metriche ma per gli NPL veri e propri (nota bene.. NPE = non-performing exposures).

Unicredit spacca ancora, ma puoi notare che le posizioni di altre banche sono decisamente diverse.

Ecco un altro grafico che mostra il progresso (o regresso..) delle banche tra 2018 e 2019:

EVOLUZIONI BANCHECome vedi, salti seri per UCG (Unicredit), BPER, BNL, MPS ma anche UBI.

Beccati anche questo, per un minimo di completezza:

NPE ratio target

Quest’ultimo grafico (che riporto qui, non del documento) svela a che punto sono le prime 10 banche italiane a livello di NPE ratio e gli obiettivi fissati per il 2021..

Molto intrigante l’ambizione di certe banche (es. Iccrea, Cariparma, CREDEM che vogliono raggiungere ZERO), cosi come il progresso di MPS che in teoria è un pelo avanti.

Sta di fatto che comunque le ratio degli istituti italiani sono comunque lontane dalla media Europea.

QUALCHE PAROLA IN PIU’ DA PARTE MIA..

Dottor NPL casa salvata

Questo è a grandi linee lo stato del mercato NPL metà 2020.

Alcune cose te le avevo comunque anticipate con materiali precedenti, ma lo speech è il seguente..

Hai un ecosistema che per diversi anni ha sputato fuori NPL a manetta in tutte le direzioni.

E’ arrivato 2020, e’ arrivato COVID, sono arrivate certe conseguenze e l’ecosistema ha subito un rallentamento.

Si ‘è fermato? No.

Hai avuto da perdere? Diciamo che durante la pandemia è stato difficile proporti nuovi investimenti, ma guarda bene il lato pienissimo del bicchiere..

..ora si ingrana ancora più di prima e si fa molto più di quello che si pensava possibile a Gennaio!

Ti stai sfregando le mani, giusto?

Bene, molto bene.

A proposito, se sei interessato ad assaggiare la torta, sai chi puoi chiamare..

Fonte: PwC.com

Al tuo successo,
Dottor NPL


logo Dottor NPL
Dottor NPL è il primo e unico esperto sugli investimenti immobiliari NPL in Italia per privati, creatore del metodo più avanzato e redditizio NPL Advanced, nonché autore di “Come investire in NPL”,  il libro di riferimento sull’argomento.


Vanta esperienza pluriennale…
sin dalla nascita del primo affare NPL in Italia!

Vuoi avere il privilegio esclusivo di investire con il dottore?

Per la prima volta è possibile:  CLICCA QUI PER INGAGGIARLO!

CONDIVIDI SU: