ANCORA AFFARI STRATOSFERICI? – Notizie recenti e rilevanti del mondo NPL Gennaio 2020

NPL Gennaio 2020: che sorprese ci porta il nuovo anno?

Ops, è già il 12!

Dico questo perché un mio caro amico l’altro giorno ha insistito che ha senso fare riferimenti al nuovo anno solo fino al 10. Dopo basta.

C’è una soglia psicologica, a suo avviso.

Ma che discorso è?!?! Lasciamo perdere.

Questa è la prima dose di notizie – NPL Gennaio 2020 – del nuovo anno, sulla Gazzetta.

Come sempre il mondo non si ferma e di certo non si ferma quello degli NPL.

Quindi siediti comodo e continua a leggere perché tra l’edizione precedente e quella di oggi sono successe cose più che degne di nota.

Adesso ti aggiorni e rimani sul pezzo andando avanti nel 2020.. GO!

NOTIZIE NPL GENNAIO 2020: OUTLOOK E PROSPETTIVE

Prospettive

ReQuadro da un occhio all’eccellente report sullo stato del mercato NPL Italiano – report prodotto e rilasciato gratuitamente dal famoso osservatorio internazionale PwC – e sottolinea i trend più significativi della piazza!

Sta tornando su sentieri di normalità il ciclo del mercato dei non performing loans in Italia, fatto che non toglie la possibilità che tutto il comparto delle sofferenze sul credito potrà rappresentare, anche nel 2020, uno dei fattori trainanti del mercato, finanziario e immobiliare.

[..]

Le principali evidenze emerse negli ultimi 4 anni sottolineano come:

• i volumi lordi di Npe sono diminuiti significativamente, da un picco di €341mld a fine 2015 ad €165mld a giugno 2019;

• Grazie alle numerose operazioni di cessione, si sono più che dimezzate le sofferenze, passate da €200mld a €88mld nel medesimo arco temporale;

• oltre €200mld di Npe lordi sono stati oggetto di cessione dal 2015 ad oggi, di cui circa €69mld perfezionate tramite cartolarizzazione con Gags (ossia meno di un terzondr);

• il 2019 si attesterà a circa €38mld di transazioni Npe;

• le principali banche italiane prevedono un’ulteriore riduzione del Npe ratio lordo entro 2-3 anni; tale previsione potrebbe aumentare in caso di “jumbo deals”, grandi operazioni volte a dare soluzioni sistematiche al problema dello stock di Npe;

• aumento delle transazioni Utp e possibile indirizzamento del mercato verso soluzioni “jumbo” stile Project M di Intesa Sanpaolo

• consolidamento dell’industria del Npl Servicing, con future opportunità di nuove aggregazioni.

Alcuni di questi trend non sono una sorpresa per me e non dovrebbero esserlo nemmeno per te che segui con attenzione la Gazzetta Degli NPL.

Anzi, nessun trend è nuovo o particolarmente soprendente, ma perlomeno grazie ad attori come PwC che tirano (bene) le somme abbiamo conferme definitive su quello che sta succedendo.

Amico, i creditori stanno cedendo NPL a manetta – detto proprio terra a terra – e prima o poi dal rubinetto l’acqua non uscirà più in abbondanza.

Se vuoi investire, ti conviene AGIRE ORA.

Fonte: ReQuadro.com

PS: presto torpilo nella tua direzione tutti i dettagli succulenti del report PwC. Stay tuned..

NOTIZIE NPL GENNAIO 2020: PROSSIMI AL MILIARDO

Prossimi

Ti ho raccontato mille milla scambi di grossi portafogli di NPL qui sulla Gazzetta, di solito non ho fatto menzione del gruppo UBI (Unione Banche Italiane).

Le banche di sicuro non si fermano (finché non hanno fatto piazza pulita sui loro bilanci), UBI o non.

Comunque a questo giro UBI Banca ha cartolarizzato quasi un miliardo di NPL immobiliari, come spiega CreditVillage:

Via libera alla cartolarizzazione da parte di UBI Banca di un portafoglio di crediti in sofferenza, principalmente mutui residenziali, del valore nominale di 857,6 milioni di euro e alla vendita delle relative tranches mezzanine e junior.

L’operazione comporta una contrazione del ratio di crediti deteriorati lordi, che passa dal 9,34% all’8,5%, e del texas ratio (dal 66% al 61% circa), e un impatto complessivamente positivo sul fully loaded cet1 ratio (stimato in circa +10 bps).

Si tratta di un pacchetto composto principalmente da mutui residenziali, quelli che più piacciono a noi per investire alla grande 🙂

UBI ha fatto leva sulla società veicolo Iseo SPV:

La società veicolo di cartolarizzazione Iseo SPV S.r.l. ha proceduto all’emissione dei seguenti titoli:

  • titoli senior investment grade pari a 335 milioni di euro, corrispondenti ad oltre il 39% sia del valore nominale lordo che dell’esposizione lorda di bilancio calcolati alla data di cut off.
  • titoli mezzanine pari a 25 milioni di euro;
  • titoli junior pari a 13,5 milioni di euro.

Maggiori informazioni nella fonte.

Fonte: CreditVillage.news

IL VERO MILIARDO!

Vero miliardo

Et voilà, la Popolare di Sondrio conferma di vendere 1 miliardo di NPL, secondo BeBeez (una delle mie fonti preferite, tra l’altro).

Banca Popolare di Sondrio conferma la volontà di cedere a breve un miliardo di euro di Npl, così come già annunciato lo scorso agosto, in occasione della presentazione dei risultati semestrali [..].

Il nuovo annuncio è contenuto nel tradizionale messaggio ai soci e agli amici del 1° gennaio 2020 firmato dal consigliere delegato e direttore generale Mario Alberto Pedranzini e dal presidente Francesco Venosta.

Dall’articolo si evincono anche dettagli sulla strategia di Sondrio per accelerare la vendita dei crediti deteriorati NPL; sinceramente ennesima conferma di quanto spingono per liberarsene in fretta.

Fonte: BeBeez.it

MPS: AGGIORNAMENTI SULLA NAVE CHE NAVIGA IN CATTIVE ACQUE

Nave in cattive acque

Ah, Monte dei Paschi di Siena. La vecchia banca che si bagna i piedi con tutto ciò che concerne la nuova era, compresi e sopratutto gli NPL.

Più che altro MPS è una barca con un po’ di buchi tristemente, una che fatica sempre di più a galleggiare.

Start Magazine ha qualche aggiornamento sulla situazione..

Pure il 2020 sarà un anno importante per Montepaschi di Siena (Mps), ancora alle prese con numeri non esaltanti – nei primi  nove mesi del 2019 l’utile si è più che dimezzato rispetto allo stesso periodo del 2018 e i ricavi sono scesi del 6,3% – e con qualche grana da risolvere.

A partite dalla dismissione degli Npl prevista dal Piano di Ristrutturazione 2017-2021 e su cui ha preso impegni con la Commissione Europea nel 2017 per ottenere il via libera al salvataggio.

Intanto, come previsto ormai da qualche settimana, slitta all’inizio del prossimo anno [2020] a presentazione del piano di dismissione – che deve avvenire entro il 2021 – della quota di Rocca Salimbeni in mano al Tesoro, azionista di maggioranza del gruppo con il 68%.

Più in tema NPL, StartMag annota che MPS ha comunicato il 30 Dicembre la conclusione di tre cessioni di NPL per un totale di 1,8 miliardi.

In particolare hanno dato crediti del valore di 1,6 miliardi di euro a Illimity Bank S.p.A.

In tutto, nel 2019 si sono sbarazzati di quasi 4 miliardi € di NPL / NPE. Non male!

Fonte: StartMag.it

I CARBURANTI DEGLI NPL: MUTUI (E TASSI)

Mutuo

Ultimo pezzo di novità – ma non per importanza – sull’elenco delle notizie NPL Gennaio 2020.

Interessanti osservazioni quelle de Il Sole 24 Ore e Idealista sui carburanti degli NPL, i mutui.

Se ti ricordi, la maggior parte degli innumerevoli NPL italiani sono immobiliari, quindi derivano da comuni mutui.

Gente che negli anni non ha più ripagato i soldi chiesti in prestito per pagare la propria casa. Tsk tsk.

Ecco cosa dice Il Sole 24 Ore a riguardo dei tassi nel 2020:

Quindi è ragionevole ipotizzare che i mutui a tasso fisso per il 2020 possano risultare – se nel frattempo le banche non ridurranno lo spread per compensare l’eventuale aumento degli Irs – di circa 20-30 punti base in più.

[..]

Quindi chi sta rimborsando un mutuo a tasso variabile ha poco da preoccuparsi sull’aumento delle rate tanto nel 2020 quanto nei prossimi 2-3 anni (e probabilmente anche per tempi più elevati).

La cosa più interessante in realtà è che la popolazione tipicamente NON fa la decisione più sensata, infatti continuano tutti a puntare sul tasso fisso.

Quando le scelte sbagliate abbondano, non è proprio una sorpresa che gli NPL in Italia si sono accumulati negli ultimi anni come i funghi dopo la pioggia.

Ma ringrazio al Sole per l’ottima analisi tecnica che è oro colato per chi se ne intende e usa le conoscenze lucrando e creando valore.

Invece in base alle informazioni pubblicate su Idealista, sappiamo che il tasso medio di un mutuo italiano negli ultimi mesi è stato di 2.18%.

Trentino Alto Adige è la regione più economica con 1,99% e Sardegna quella più cara con 2,4%.

Quanto all’ammontare dei prestiti per l’acquisto di abitazioni, questi sono stati pari a 350,822 miliardi contro i 341,031 miliardi dello scorso anno.

In particolare nel Nord Ovest si e’ passati da 118,562 a 121,331 miliardi, nel Nord Est da 75,634 a 78,065 miliardi, nel Centro da 80,067 a 82,021, nel Sud e Isole da 67,668 a 69,405 miliardi.

Quello che aggiungo io è che di NPL nasceranno ancora, nascono letteralmente oggi e ne nasceranno anche domani.

Non ci sarà mai un Belpaese dove gli NPL saranno pari a 0 (zero) assoluto, ma attenzione la tendenza a lungo termine sarà verso l’eradicazione!

A quel punto non esisterà più un “prato fiorito” dove chiunque e sua madre potranno raccogliere opportunità a piacere.

Per approfittare della situazione unica nella storia, se mi contatti oggi è possibile che ho da proporti 50 investimenti diretti in NPL e faccio tutto il lavoro io (investimento chiavi in mano); se invece mi scrivi tra un mese.. NON LO SO!

Pensaci.

Fonti: IlSole24Ore.com e Idealista.it

Al tuo successo,
Dottor NPL.


logo Dottor NPL
Dottor NPL è il primo e unico esperto sugli investimenti immobiliari NPL in Italia per privati, creatore del metodo più avanzato e redditizio NPL Advanced, nonché autore di “Come investire in NPL”,  il libro di riferimento sull’argomento.


Vanta esperienza pluriennale…
sin dalla nascita del primo affare NPL in Italia!

Vuoi avere il privilegio esclusivo di investire con il dottore?

Per la prima volta è possibile:  CLICCA QUI PER INGAGGIARLO!

CONDIVIDI SU: