UN MONDO SPUMEGGIANTE E FRIZZANTE – Notizie recenti e rilevanti del mondo NPL Febbraio 2020

Un caloroso benvenuto alle notizie NPL Febbraio 2020, sei pronto per sapere cosa spumeggia?

Il fatto è che l’universo NPL italiano racchiude una vivacità e frizzantezza assurda, presto capirai..

(allaccia la cintura e tieniti!)

Siccome il fermento del mercato NPL non sembra diminuire, anche l’edizione di notizie NPL Febbraio 2020 contiene elementi pazzeschi, fuori dal comune, incredibili.

E li mischio con un pizzico di roba “tranquilla”.

Quindi cos’è successo / sta succedendo in questi giorni?

Lascia che ti racconti..

NOTIZIE NPL FEBBRAIO 2020: QUALCUNO SI STA SFREGANDO LE MANI!

Notizie NPL Febbraio 2020 mani

Ti dicevo del fermento infinito: mi riferisco alle continue cessioni di grandi portafogli di NPL dell’ordine di centinaia di milioni di euro e – non di rado – anche MILIARDI.

In questa prima notizia abbiamo la conferma ufficiale da parte di UBI Banca, rilasciata il 10 febbraio, relativa alla vendita di un pacchetto di ben 800 milioni di euro:

Ubi Banca sta studiando una cessione di un portafoglio di NPL corporate composto da crediti concessi a piccole e medie imprese per un valore lordo di 800 milioni di euro, che si concretizzerà entro la fine di quest’anno.

Lo ha reso noto l’istituto di credito lunedì 10 febbraio, in occasione della presentazione dei risultati del 2019.

La parte interessante è che il pacchetto è composto da crediti forniti alle PMI, ma non solo; infatti l’articolo originale di BeBeez riporta altresi:

Ubi Banca ha comunicato inoltre che lo stock di crediti deteriorati totali lordi si è attestato a 6.838,5 milioni, in diminuzione del 17,7% (-1.474,3 milioni) rispetto ai 8.312,8 milioni di settembre 2019 e in rilevante contrazione del 29,6% (-2.878,3 milioni) rispetto ai 9.716,8 milioni del 31 dicembre 2018.

Parebbe che la percentuale di quasi 30 è dovuta non solo grazie alle belle cessioni di tonnellate di NPL ma anche ad “azioni di work-out interno“.

Sarà interessante osservare i successivi affari di UBI nel corso dell’anno, perché stai certo che non si accontenteranno di fare solo questo.. la cessione di 800 milioni è già la quinta!

Poi c’è un ultimo dettaglio che non c’entra con la cessione ma è abbastanza succulento:

Ricordiamo infine che Ubi Banca ha appena deliberato l’attribuzione di un periodo di esclusiva a Coima sgr per “un’articolata operazione immobiliare nell’ambito della riorganizzazione della presenza del Gruppo Ubi sulla piazza di Milano”.

Si tratta di un portafoglio di 7 immobili, per un valore totale superiore ai 300 milioni di euro.

Apperò!

Caro mio, operazioni come queste.. che fanno leva su immobili nel centro storico.. producono oro colato in termini di ROI.

Tu non disponi di quel tipo di capitale, ma non importa: lo sai che volendo potresti investire direttamente in NPL sfruttando metodi allo stato dell’arte e attingere a tua volta all’oceano di oro colato?

Senza avere conoscenze e competenze a priori? Non scherzo.

Dai un occhio qui.

Fonte: BeBeez.it

Fonte secondaria: monitorimmobiliare.it

NOTIZIE NPL FEBBRAIO 2020: L’ALLEANZA

Notizie NPL Febbraio 2020 alleanza

Forse una delle poche cose che non ho mai trattato molto qui sulla Gazzetta degli NPL è il fatto che gli NPL volano anche all’estero.

Ehssi, inevitabilmente!

Per esempio, una società norvegese chiamata B2 Kapital vuole gli NPL di Banca Sella:

Banca Sella e B2 Kapital, controllata della norvegese B2Holding, società norvegese specializzata nell’acquisizione e nella gestione di crediti Non-Performing, hanno firmato un accordo per l’acquisizione e gestione di crediti deteriorati di natura bancaria e finanziaria, secured ed unsecured, originati da terzi.

In realtà la simbiosi non è nuova: in passato Banca Sella e B2 Kapital avevano già collaborato per gestire NPL.

B2 è presente in Italia dal 2017, nel quinto mese di quel anno aveva già comprato un pacchetto di poco più di €125 milioni da Sella.

Ora dichiarano:

Con questa nuova operazione B2 Kapital si trasforma quindi da piattaforma esclusiva di B2 Holding a piattaforma di servicing aperta a investitori esterni, con la possibilità di aumentare gli asset gestiti (al momento un miliardo di euro) e di valorizzare la piattaforma proprietaria soprattutto in fase di due-diligence.

Fonte: monitorimmobiliare.it

NUOVO FONDO NPL PER I BIG (NON TE..)

Fondo per i big

In altre notizie (ho sempre voluto dire questo), si evince nuovamente l’effervescenza dell’ecosistema NPL.

Si tratta di un nuovo fondo NPL:

Algebris annuncia il lancio di Algebris Npl Fund III, il terzo fondo dedicato agli investimenti in non-performing loans, crediti in sofferenza degli istituti bancari in Italia.

Come i due precedenti due fondi Npl, anche questo investirà principalmente in crediti in sofferenza assistiti da garanzie di primo grado su immobili di tipo residenziale e commerciale e su hotel situati in località di prestigio dell’Italia centro-settentrionale.

Il fondo d’investimento è registrato in Lussemburgo ed è destinato a investitori istituzionali; avrà durata di 6 anni, incluso un periodo di investimento di 3 anni. L’obiettivo di raccolta è di 1 miliardo di euro nei prossimi 12 mesi, e ha già commitments firmati per circa 125 milioni di euro e interesse espresso per circa 500 milioni di euro dai principali investitori istituzionali globali.

Algebris non scherza molto:

Ad oggi, la società ha investito in crediti in sofferenza assistiti da garanzie reali per un valore di libro di 3,7 miliardi di euro attraverso 112 operazioni concluse con 37 controparti, consolidando una quota di mercato pari a circa il 20%.

Come hai potuto leggere, devi subito capire che non è un fondo per te bensì per investitori istituzionali, ovvero società con capitali importanti, come SGR o banche.

E allora perché te ne parlo?

Perché voglio darti evidenze chiare e concrete che siamo veramente in una situazione senza precedenti: il Belpaese è letteralmente inondato da crediti deteriorati, o sofferenze dette NPL.

Gli NPL rappresentano guai pazzeschi per tutti quelli che li hanno causati, però al tempo stesso opportunità incredibili d’investimento per chi ha voglia di rimboccarsi un attimo le maniche!

Difatti sono anni che faccio presente come sia possibile investire direttamente in NPL con 3 importantissimi vantaggi:

  • ROI che vanno ben oltre 50% (ho visto operazioni che superavano anche il 200%)
  • tempistiche SCHIACCIATE (pochi mesi, e in casi ideali dove tutto va liscio si possono chiudere anche in 15 gg)
  • rischio tendente allo zero (perché io ci ho messo anni e mi sono scottato bene perfezionando e smussando NPL Advanced)

Siccome non sono egoista, ho messo le mie competenze e conoscenze a disposizione degli altri, offrendo a privati come te investimenti chiavi in mano..

LA STARTUP DA TENERE D’OCCHIO

monocolo

La quarta storia di oggi e di questo mese si incentra su .. una startup.

Oggi come oggi non mi sorprendono più tante cose, ma Illimity è una delle poche.

Nata poco più di un anno fa, è una banca innamorata degli NPL che è già in utile dopo il primo anno.

E gli stakholder hanno inietato denaro come se non ci fosse un domani.

IlSole24Ore riporta:

«Anche in Italia si può. Si può lanciare una start up, farla diventare grande in un settore maturo come quello bancario e, passando attraverso la Borsa, innovare ed arrivare al pareggio dei conti creando 400 posti di lavoro che un anno fa non esistevano».

Corrado Passera, ceo di illimity, celebra il primo anno di attività della sua “creatura” con evidente soddisfazione.

In un anno gli attivi sono saliti a 3 miliardi di euro, la raccolta complessiva è arrivata a 1,6 miliardi anche grazie al contributo da 731 milioni di illimitybank.com.

E soprattutto la start up, partita poco più di un anno fa e tuttora con un coefficiente patrimoniale Cet1 del 21%, ha centrato quasi tutti gli obiettivi di piano ed è già arrivata a fare utili nel quarto trimestre del 2019: 2,1 milioni.

Il risultato complessivo del 2019 è negativo per 16,1 milioni, come da previsioni del piano originario della start up, ma il rapido arrivo al break even permette a Passera – come confermato agli analisti nella conference call – di puntare a un utile netto di circa 50 milioni a fine 2020.

Illimity è furba, perché è una banca 100% online senza filiali tradizionali (che richiederebbero spese gargantuane).

Conta quasi 30.000 clienti in Italia e ha un’infrastruttura IT in cloud, flessibile e cost-effective.

Ti riporto qualche numero in più..

A partire dai volumi di business originati dalla divisione Sme (674 milioni), con il business originato dal cross over and acquisition finance che ha raggiunto i 378 milioni e il segmento turnaround (Utp) salito a 180 milioni e il factoring a 116 milioni.

Nell’ampio segmento degli Npl, la banca ha generato business per 832 milioni cui si aggiungono 390 milioni nel senior financing.

Fonte: IlSole24Ore.com

A PROPOSITO..

By the way

Nel contesto di un recente communicato, Illimity ha annunciato l’acquisizione di nuovi portafogli NPL..

Milano, 6 febbraio 2020 – illimity Bank S.p.A. (“illimity”) annuncia di aver acquistato due portafogli
di crediti non-performing (“NPL”) corporate per un valore nominale lordo complessivo di circa 285
milioni di euro (gross book value).

Il primo portafoglio, composto da crediti NPL nei confronti di debitori corporate secured, è stato
acquistato da un primario operatore attivo nel settore dei non-performing loans per un valore
nominale lordo di circa 170 milioni di euro.

Il secondo accordo è stato siglato con Unicredit per l’acquisto di crediti NPL nei confronti di debitori
corporate prevalentemente secured dal valore nominale lordo di circa 115 milioni di euro.

Insomma, non scherzano. Illimity è un marchio che terrò d’occhio con la lente nel 2020 e gli anni a venire!

Infatti ora hanno in pancia un portafoglio di crediti di circa 5,6 miliardi di euro lordi complessivi puntando principalmente su crediti distressed.

Fonte: illimity.com

Per ora è tutto, queste sono state le notizie NPL Febbraio 2020.

Tra un mese torpilo nella tua direzione una nuova dose di news, e nel frattempo ulteriori contenuti utili per soddisfare la tua sete di NPL!

Al tuo successo,
Dottor NPL.


logo Dottor NPL Dottor NPL è il primo e unico esperto sugli investimenti immobiliari NPL in Italia per privati, creatore del metodo più avanzato e redditizio NPL Advanced, nonché autore di "Come investire in NPL",  il libro di riferimento sull'argomento.

Vanta esperienza pluriennale... sin dalla nascita del primo affare NPL in Italia!
Vuoi avere il privilegio esclusivo di investire con il dottore?
Per la prima volta è possibile:  CLICCA QUI PER INGAGGIARLO!


CONDIVIDI SU: