Michael Jordan, Steve Jobs e Bill Gates si uniscono per farti milionario investendo in NPL

Il mercato NPL, in ottica d’investimento, possiede degli attributi unici:

  • estremamente lucrativo
  • ritorni rapidi
  • complessità inferiore

Queste caratteristiche sono state più che sufficienti per attirare me tanti anni fa, cambiandomi la vita a 180 gradi.

Ma mi giunge la voce che tu “non te la senti” di investire.

Spesso mi dici che la vedi “improbabile”, perché tu “non hai le competenze”.

Oppure – con un linguaggio più colorito – “si devono allineare i pianeti”.

Oggi ti scrivo sul blog per dirti che investire in NPL è più accessibile di quanto pensi.

E ho reclutato dei personaggi per venirti in aiuto…

Michael Jordan

Basketball

Michael Jordan nacque nel 1963 a New York come figlio di un operaio di fabbrica e una banchiera.

Il quarto di cinque figli, faceva decisamente parte di una comunissima famiglia americana.

Nessuno avrebbe detto che Michael poteva essere un giocatore di successo – visto che al liceo il suo docente di educazione fisica lo aveva etichettato come scarso – men che meno diventare miliardario.

Eppure ad oggi è noto come il più formidabile giocatore di pallacanestro di tutti i tempi.

Come ha fatto?

MJ frequentava un normale liceo, l’Emsley A. Laney High School in Wilmington, dove cercava di fare un po’ di tutto: pallacanestro, baseball, football.

Nel secondo anno, provò ad entrare nel team di pallacanestro ufficiale del liceo e fu prontamente rigettato: con un’altezza di 1.80m, era considerato troppo basso.

Insomma, tutte le carte di Michael sembravano sfavorevoli.

PRIMA LEZIONE DEL MAESTRO DEL CANESTRO

Ma sai come ha reagito?

Jordan non ha gettato la spugna al primo ostacolo. Lui non ha detto “non fa per me”, come fanno molti.

Lo spirito ambizioso che era in lui sapeva che se lo sport lo affascina e lo attira, allora certamente è la sua vocazione.

Non si arrende, ed entra nel team junior del liceo. Cresce 10cm, si allena intensamente e conclude una serie di partite con punteggi impressionanti.

La palla iniziava a rotolare.

Il tuo inizio con gli NPL non sarà troppo diverso: scoprirai barriere di varia natura, alcune facilmente risolvibili, altre meno.

L’importante è non fermarsi alla prima difficoltà!

CRESCITA ESPONENZIALE

Dopo una lunga serie di giochi impressionanti durante gli studi, la star inizia la sua carriera professionale e solo un mese dopo appare sulla copertina di Sports Illustrated con la scritta “A Star Is Born” (nasce una star).

Nel 1986 era già uno dei giocatori più prolifica nella storia della NBA, e nell’arco della sua carriera raggiunse innumerevoli traguardi, per esempio multipli premi MVP (Most Valuable Player), difensore NBA dell’anno, la Hall of Fame del pallacanestro, e perfino la “Medal of Freedom” presidenziale, consegnatagli da Barack Obama nel 2016.

L’idolo del basketball ti insegna questo: non farti definire dai tuoi svantaggi, fai leva suoi tuoi forti e dimostra al mondo chi sei realmente.

Ma le lezioni di Air Jordan non finiscono qui!

Nel 1993, il suo padre viene brutalmente ucciso da due adolescenti che gli volevano rubare l’automobile di lusso.

Il giocatore si demoralizza talmente tanto che in un primo momento decide di porre fine alla sua carriera, dichiarando “non ho più voglia di giocare”.

Per omaggiare suo padre, che si sognava di avere un figlio nella major league di un altro sport, decide di arruolarsi in un team di baseball: il mondo era tremendamente shockato, con notizie e articoli apparsi in tempo zero su tutti i giornali del mondo!

SECONDA LEZIONE

Tuttavia, il baseball non era il suo forte, e Michael non ci mette molto per capirlo.
Con saggezza, nel 1995 decide di tornare alla NBA.

Nella sua testa non c’era ombra di dubbio che il pallacanestro era la sua vita, e che il successo lo aspettava ancora.

Avendo le idee più chiare che mai, contatta la stampa e comunica solo due parole “I’m back.”

Il re delle slam dunk tornava gloriosamente per continuare a colpire i fan con delle prestazioni assolutamente incredibili.

Infatti i tempi d’oro non finirono con la morte del suo padre, anzi; più motivato che mai, Jordan si allena aggressivamente e lascia il pianeta a bocca aperta con altri tre anni stellari.

Morale della favola?

Veramente nulla ti può fermare se hai determinazione e desiderio di fare una differenza.

E’ vero che, una volta che hai concluso positivamente alcune operazioni NPL, la strada diventa più spianata… ma ci saranno ancora dei momenti talmente difficili che metteranno a dura prova la tua resilienza.

Non mollare davanti agli intoppi: approcciagli senza paura, perché ti renderanno ancora più forte.

Nel frattempo, l’invidia dei tuoi competitor non conoscerà limiti!

Steve Jobs

Apple

Steven Paul Jobs, meglio noto semplicemente come Steve Jobs, è uno dei più grandi visionari della tecnologia.

Nato nel 1955 nella sempre soleggiata California, fu l’unico figlio di una coppia che al momento della nascita contattarono immediatamente i servizi sociali per proporre l’adozione del bambino.

No comment.

La fanciullezza di Jobs è stata difficile e tumultuosa.

In un tentativo di trovare il senso della sua vita, nel 1972 abbandona l’università e viaggia in India per illuminarsi, studiando il buddismo.

Sembra che l’esperienza lo ha aiutato molto a capire cosa vorrebbe fare nella vita, perché nel 1976, tornato negli Stati Uniti, fonda l’azienda Apple assieme ad un suo amico e acquisiscono fama e denaro rapidamente.

Questo perché Steve non era semplicemente interessato a creare un prodotto qualunque per guadagnare soldi e pagare le bollette a fine mese.
Aveva una visione, quella di rivoluzionare il mondo della tecnologia.

Infatti Jobs aveva intuito correttamente le esigenze del mercato, proponendo il primo PC di successo con interfaccia grafica: era il famoso Macintosh, un brand autorevole tutt’oggi in varie declinazioni.

Il guru della tecnologia avevo un obiettivo ben chiaro e lo voleva inseguire a tutto spiano.

Ma gli anni successivi di Steve non furono privi di ostacoli, infatti nel 1985 fu eliminato in maniera forzata dall’azienda che aveva costruito con tanto sudore e lacrime…

PRIMA LEZIONE DEL GIGANTE DEI CALCOLATORI

Lascia perdere tutto e si fa assumere come dipendente da qualche altra azienda, convinto che non è destinato ad essere diverso? Assolutamente no!

Il visionario cambia marcia, dando vita ad una nuova società chiamata NeXT (mirata a produrre computer per mercati business) nonché alla Pixar, l’azienda che aveva poi prodotto Toy Story, il primo film animato completamente sui computer.

Avanti veloce fino al 1997 e guarda a caso la Apple si trovava in grosse difficoltà economiche, rischiando addirittura la bancarotta.

Wow.

I dirigenti di Apple, non essendo in grado di trovare la strada giusta, contattano Steve e lo pregano, lo scongiurano di tornare in vetta alla società i cui mattoni aveva gettato anni prima.

Fortunatamente per loro, la proposta viene accettata e NeXT viene acquisita da Apple mentre Jobs diventa nuovamente l’amministratore delegato.

Dai sempre il tuo meglio quando investi in NPL. Finché lo fai, non importa se perdi alcune battaglie: a lungo termine sarai il vincitore della guerra!

CRESCITA ESPONENZIALE

Il genio della tecnologia si prende nuovamente cura del suo bambino e, dando il tre cento per cento, sviluppa e lancia una serie di fantastici prodotti: iMac, iTunes, iPod, iPhone, iPad. Il resto è storia…

…e che storia incredibile!

Ad oggi la società si avvicina al trilione di dollari di valore di mercato (!).

SECONDA LEZIONE

L’insegnamento definitivo di Jobs è semplice.

Nel contesto della tua visione, dei tuoi traguardi, dei tuoi piani, solo TU hai le skill necessarie per raggiungere il successo totale e sei insostituibile.

Lui era altresì percepito come un perfezionista esigente che aspirava a posizionarsi sempre in alto.

Non aspettare, inizia ora e investi applicando la stessa tenacia, risolutezza e costanza di Steve Jobs.

Bill Gates

Codice

Anche l’uomo più ricco del mondo ha molti saggi consigli per te (avevi dubbi?).

Il fondatore del colosso dell’informatica è un magnate del business, autore, filantropo, umanitario, e investitore. Chi più ne ha più ne metta, eh?

Nasce nel 1955 e solo 20 anni dopo crea, assieme ad un compagno di università, il più grande produttore di sistemi operativi per i PC.

È stato facile? Senza dubbio no.

Anche se faceva parte di una famiglia benestante, Bill non aveva modo di comprarsi un PC ed esercitarsi a piacere nel tempo libero: non esisteva il concetto di computer come dispositivo utilizzabile da un singolo utente!

PRIMA LEZIONE DEL DOTTOR WINDOWS

“Where there’s a will, there’s a way.” – dicono gli americani.

In parole semplici: quando hai voglia ardente di fare qualcosa, trovi un modo.

Era il 1968 quando, all’età di 13 anni, Bill viene a sapere che la scuola ha comprato un blocco di tempo per usare il sistema computazionale della società americana General Electric (i computer esistevano, ma erano delle macchine enormi che solo le aziende potevano permettersi).

Incuriosito dall’opportunità, il tredicenne si fa dare il permesso di saltare le ore di matematica per mettere le mani sul sistema.

In men che non si dica, si appassiona della programmazione, sbalordito in primis dal come la macchina poteva eseguire istruzioni in maniera perfetta ogni volta che dava il comando.

Ma il blocco di tempo era limitato, ed il futuro programmatore non aveva ancora modo di usare una macchina liberamente.

Applicando un’idea birichina ma anche furba, lui ed alcuni amici sfruttano dei comportamenti anomali che avevano scoperto sulle macchine per avere tempo gratuito su altri sistemi.

Poi vengono beccati, e le aziende vietano a loro di continuare.

Persistente, il giovane aspirante sviluppatore sfrutta di nuovo la sua creatività e si offre per trovare ulteriori anomalie sulle macchine della Computer Center Corporation in cambio di tempo.

A parte il fatto che ti scontrerai con vari impedimenti durante la tua carriera di investitore, talvolta può sembrare che non ci sono vie d’uscita perché non è più possibile fare una determinata azione nel modo in cui eri abituato.

Sii creativo e pensa fuori dagli schemi: where there’s a will, there’s a way!

CRESCITA ESPONENZIALE

Brillante come studente, prosegue gli studi presso la prestigiosa Harvard, ma le idee del genio delle macchine erano molto frizzanti; talmente tanto che, alimentato dalla sua infinita ambizione, interrompe gli studi per fondare Microsoft assieme all’ex compagno di classe Paul Allen. Era il 1975.

Microsoft osservava necessità nell’industria e creava soluzioni software.

IBM, all’epoca già il più grande produttore di computer aziendali, stava ideando il PC casalingo.
Avevano una sfida importante: sviluppare un sistema operativo adeguato.

Contattarono Microsoft per una potenziale collaborazione, ma in prima battuta Bill Gates consigliò un’altra azienda che aveva già esperienza con la progettazione di quel tipo di prodotto.

IBM tenta in vano di stringere un accordo con l’altra azienda, per cui finisce che ingaggia di nuovo la società di cui si fidavano.

Per dare una soluzione a tutti i costi, Bill decide di acquisire un sistema operativo pre-esistente, riprogettarlo, quindi licenziarlo ad IBM.

Il PC si diffonde su larga scala in tutto il mondo… ed il resto è storia.

SECONDA LEZIONE

Come detto, il modus operandi di Bill Gates era di mantenere un focus sulle esigenze dei cliente anziché sulla monetizzazione.

Se avesse fatto un ragionamento simile a quello dei competitor quando fu approcciato da IBM, avrebbe chiesto un prezzo molto caro e irragionevole per un prodotto che richiedeva un livello di esperienza sensibilmente superiore.

E con molta probabilità, il produttore di PC avrebbe declinato la proposta.

Entrare in un determinato mercato, compreso quello degli NPL, è facile; essere profittevole, no!

Ma sarai sempre nell’ottica corretta e sulla strada giusta, se tieni a mente questo segreto:

Focalizzati sul creare valore anziché sul denaro, ed i soldi arriveranno come un fiume.

Ciò detto…

E’ il tuo momento per investire in NPL

Il tuo inizio sul mercato NPL

Alla luce di tutte le perle di saggezza di questi personaggi incredibili, a mio avviso hai davvero poche scuse per non iniziare oggi ad investire in NPL.

Se ci sono altri “ma” che ti stai dicendo, non sei onesto con te stesso.

“No ma c’è troppo rischio”

Il rischio esiste solo se lasci le cose al caso.

Ne ho parlato ampiamente in articoli precedenti, ma se segui la procedura, valuti e pianifichi correttamente sarai in grado di eliminarlo a priori.

A quel punto sarà solo una questione di tempo per far rientrare i capitali assieme ai ricavi!

“Però c’è troppa concorrenza, è inutile”

No.

Di concorrenza ce n’è ben poca, poiché il mercato è ancora giovane.

Personalmente stilo dei business plan tutti i giorni, lo so che potresti anche avere certi pensieri…

“Se iniziamo tutti con massimo impegno, presto si esaurisce il pesce nell’oceano”

C’è un’altra buona notizia: l’Italia è il mercato NPL più vasto dell’intero continente, pertanto è l’ultimo dei tuoi problemi.

E poi c’è un’altra obiezione ancora..

“Ma servono troppi soldi”

Questo è un altro mito.

Giusto per farti un esempio veloce, ho approfittato di un’opportunità a Roma per guadagnare 60.000 euro investendone solamente 10.000.

Non nasciamo con quel numero in tasca, ma diciamocelo: è facile avere quella somma.

Molti dei miei vicini di casa che fanno lavori semplici possiedono risparmi che superano di gran lunga quel valore; insomma, tutto il popolo potrebbe investire, volendo!

Non ci vuole il patrimonio del dottor Windows per cominciare, capito?

I requisiti minimi per investire in NPL sono non sono altissimi, intesi?

Hai una sola vita e le opportunità ti aspettano ORA. Non perdere tempo.

Al tuo successo,
Dottor NPL.

PS: puoi anche iniziare a investire con la mia assistenza… ovvero ingaggiarmi per sfruttare le tue risorse economiche nel contesto di opportunità valutate, scelte e gestite dal sottoscritto, per garantirti affari redditizi senza sbagliare. Contattami ora.


logo Dottor NPL Dottor NPL è il primo e unico esperto sugli investimenti immobiliari NPL in Italia per privati, creatore del metodo più avanzato e redditizio NPL Advanced, nonché autore di "Come investire in NPL",  il libro di riferimento sull'argomento.

Vanta esperienza pluriennale... sin dalla nascita del primo affare NPL in Italia!
Vuoi avere il privilegio esclusivo di investire con il dottore?
Per la prima volta è possibile:  CLICCA QUI PER INGAGGIARLO!


CONDIVIDI SU: