Esecutato, l’attore-fantasma di un investimento NPL: ecco il perché della semplicità senza eguali

Esecutato, la vittima del sistema creditizio (e dei propri sbagli) e storicamente un punto dolente per investitori che cercano opportunità redditizie nell’immobiliare, in quanto difficile da approcciare, persuadere e gestire…

…o almeno fino a che non sono nati metodi d’investimento nuovi e creativi, in particolare sul mercato NPL.

Da diversi anni a questa parte sto profetizzando gli NPL come strumento indiscusso di successo.
I motivi sono molteplici: rischio basso, alta profitabilità, tempistiche ridotte.

Cos’altro volere di più? Per me, la soddisfazione di essere un benefattore: 10 anni fa ho dato vita ad una crociata personale per cambiare la vita a tutti gli esecutati e farli uscire a testa alta dai guai economici!

E lo faccio senza mai contattarli.

Ecco svelato uno dei segreti degli investimenti NPL: per i fini dell’investitore, non è necessario contattare l’esecutato, ingaggiarlo, ottenere suoi consensi, chiedere la sua collaborazione o avere mai a che fare.

Permettimi di spiegarti una cosa molto importante.

Vuoi investire in NPL col piede giusto?

Ti interessa capire come lavorare al meglio un’opportunità NPL intrigante in generale?

Non farti troppi pensieri e segui semplicemente le indicazioni che ti ho già dato coi vari materiali che ho pubblicato.

Ti dico questo perché appare evidente che una falsa e diffusa convinzione dei miei seguaci, compresi alcuni miei discepoli vicini, è che l’investitore NPL deve interagire con l’esecutato e faticare infinitamente ad ottenere la sua cooperazione, come se stesse cercando di conquistare la Scarlett Johansson…

Non devi ASSOLUTAMENTE approcciare l’esecutato, perché è uno step inutile per una qualsiasi operazione NPL.

Non serve farlo né prima, né durante, né dopo.

Come ben saprai se segui questo blog, mai come adesso è il momento opportuno per investire in NPL in Italia, in quanto il mercato più grande in tutta Europa.

Ma investire in NPL, anche se non banale ovviamente, non è una impresa trascendentale che ti vede coinvolto come un negoziatore che deve fare i miracoli e fermare le guerre mondiali.

Ho deciso di scrivere questo articolo per sfatare, una volta per tutte, i miti sull’esecutato.

Continua a leggere, dissipa tutti i tuoi dubbi, e tira fuori l’eccellente investitore che è in te.

L’ESECUTATO: CHI È?

Esecutato

Innanzitutto definiamo questo personaggio.

L’esecutato è il proprietario di un immobile che sta per essere venduto forzatamente all’asta immobiliare (detta anche asta giudiziaria).

Semplice, no?

Desidero precisarti solo un dettaglio: l’esecutato non è sempre una persona fisica.
Potrebbe essere anche un’azienda, in tal caso si dice fallito.

Per semplicità, per tutto il resto dell’articolo utilizzerò il termine esecutato.

LO SCENARIO CLASSICO

Non è un segreto che su questo blog invito tutti gli investitori a valutare seriamente gli NPL: rappresentano il veicolo ideale per investimenti lucrativi e al tempo stesso veloci.

Non solo nell’immobiliare, ma in tutta la finanza in generale.

Ma il mercato NPL è recente rispetto alle altre forme d’investimento, per cui in realtà voglio fare un passo indietro: vediamo come si lavorava con l’esecutato durante un’operazione di saldo a stralcio immobiliare, nota più comunemente con la forma abbreviata “saldo e stralcio”.

Infatti il saldo a stralcio è la classica metodologia d’investimento che prevede l’interazione con l’esecutato.

Per ripassare velocemente la definizione, saldo a stralcio è l’azione del saldare il debito di un esecutato facendo da tramite, ovvero trovando un acquirente che prende l’immobile a prezzo di mercato mentre il creditore che aveva prestato il denaro all’esecutato si tiene solo una percentuale.

Per i suoi servizi, l’investitore-intermediario s’intasca una parte dei ricavi generati dalla vendita, ma deve prima ottenere il consenso degli attori coinvolti, in particolare l’esecutato..

Come?

Mandando una…

SALES LETTER

Lettera di vendita

Sales letter, in italiano lettera di vendita, è l’elemento che ci serve per ingaggiare l’esecutato una volta individuata un’opportunità valida d’investimento.

Come dice il nome, serve per vendere… ma cosa vendi all’esecutato?

Beh, vendi il tuo aiuto!

Cosi come un’azienda qualunque invia lettere per vendere prodotti nel contesto delle campagne di marketing, tu dovrai inviare una comunicazione scritta per vendere il tuo aiuto, per vendere te stesso!

Devi a tutti gli effetti fare marketing, questo è necessario.

In particolare, devi applicare il…

COPYWRITING

Scrivere copiando?

No, no… copywriting è quella disciplina del marketing che si occupa della scrittura persuasiva, intesa come tecnica per accelerare la vendita.

Copywriting è un mestiere, sono stati scritti numerosi libri a riguardo e prodotti tantissimi corsi in tutto il mondo.

Il copywriter tipico dedica ore e ore a fare ricerche di mercato sui prodotti e/o servizi che deve vendere, per poi produrre materiale scritto volto a spingere le vendite sotto forma di annunci online, pagine di vendita, lettere di vendita, e altro ancora.

Redigere il testo vero e proprio richiede poi ulteriori risorse importanti in termini di tempo.

Approfondire l’argomento sarebbe una lunga ed onerosa digressione che non possiamo fare su questo blog, ma vediamo alcune nozioni importanti e necessarie.

Cominciamo.

1. METTITI NEI PANNI DEL DESTINATARIO

La prima cosa che devi capire è che l’esecutato sta pensando solo ai suoi problemi e come uscirne fuori.
Di certo non lo entusiasma il fatto che tu potenzialmente farai un profitto.

Scrivi il tuo messaggio riflettendo sul punto di vista dell’esecutato e mostrando empatia.

2. POSIZIONATI COME LA SOLUZIONE PIU’ CONVENIENTE

L’esecutato non è costretto ad accettare la tua proposta, perciò assicurati di presentarla non solo nella migliore luce possibile, ma anche come quella con meno attrito.

Come? offriti per fare tutto il lavoro, di modo che l’unica cosa che deve fare l’esecutato sia darti il suo consenso.

3. FAI LEVA SUI BENEFICI

C’è una sola ragione per cui ognuno di noi ha mai comprato un prodotto o servizio: ci dà un beneficio.
Cioè, ci risolve un problema o ci soddisfa un desiderio.

Detta cosi sembra facile: devi rifletterci a lungo per esporre bene in che modo la tua assistenza gli cambierà la vita.

STRUTTURA DI UNA LETTERA DI VENDITA

Una potenziale sales letter potrebbe essere strutturata cosi (in ordine):

  • breve presentazione
  • discussione situazione esecutato
  • descrizione procedura salvataggio esecutato
  • il beneficio dell’investitore (il tuo upside, come dicono gli americani)
  • proposta colloquio conoscitivo e divulgativo
  • informazioni per contattarti
  • urgenza e chiusura

SALES LETTER COMPLETA

Voglio darti un esempio di una lettera completa che si userebbe per il saldo a stralcio..

Ecco la lettera:

Signor Giuseppe Rossi,

Salve, sono Mario Brossi e da oltre 10 anni sono un investitore immobiliare di successo.
Le scrivo in merito alla sua situazione economica.

Sono venuto a conoscenza del fatto che lei si trova in serie difficoltà a saldare alcuni debiti, in particolare un mutuo per la casa ed eventuali altri prestiti che ammontano a valori importanti.

Le mando la presente per spiegarle che esiste un metodo, una tecnica, una procedura – non sempre nota al di fuori dei gruppi di investitori immobiliari – che le permetterebbe di saldare definitivamente i debiti ed evitare le potenziali gravi conseguenze del pignoramento del suo immobile.

Le spiego: tramite la vendita forzata del suo immobile all’asta, la banca cercherà di recuperare il denaro prestato a lei sotto forma di prodotti bancari.
In primis, il punteggio assegnato al suo credito verrà azzerato e lei non potrà più richiedere prestiti nel futuro presso alcuna banca o istituto finanziario.

Oltre a ciò, l’asta è una forma di vendita con esito imprevedibile: può capitare infatti che, una volta aggiudicato l’immobile, il prezzo finale di vendita sia inferiore al totale dei suoi debiti: in tal caso la banca procederà altresì col pignoramento del suo stipendio.
Questo scenario, particolarmente antipatico, è noto come la morte finanziaria.

Questi sono casi estremi, ma purtroppo non rarissimi.
Anche se la vendita forzata coprisse interamente il valore dei suoi prestiti, lei verrà classificato come un soggetto estremamente rischioso dal sistema bancario, per sempre.

Tuttavia, come le anticipavo, tutte queste conseguenze si possono evitare applicando una procedura che, grazie al mio intervento come investitore, le consentirebbe di eliminare in maniera completa e definitiva i debiti senza ulteriori impatti negativi.

Le accenno brevemente di cosa si tratta: posso intervenire come intermediario, trovando un acquirente direttamente sul mercato immobiliare (la casa deve essere per forza venduta) e al tempo stesso negoziando con la banca l’annullamento totale dei suoi debiti.

A livello burocratico e legale è un procedimento molto complesso, ma sarà mia premura gestire tutto; se entriamo in contatto, le spiegherò tutti i dettagli importanti nel contesto di un colloquio senza impegno.

Perché faccio questo?
Aiutandola a uscire dalla crisi economica, a mia volta posso trarne beneficio in caso di esito positivo dell’operazione. Una volta completata la vendita, ci sarà una percentuale di guadagno per il sottoscritto.

Ho già analizzato in maniera approfondita la sua situazione ed ho appurato che, con la sua preziosa collaborazione, è possibile estinguere i debiti nella maniera che le accennavo prima.

Essendo attivo da oltre 10 anni in questo settore, ho ampia esperienza nella risoluzione dei debiti ed ho gestito con successo numerosi casi simili al suo.
Sono una persona con reputazione molto apprezzata nel settore e una solida presenza online. Può dare un occhio al blog ed alla pagina Facebook che gestisco assieme ad un mio team ai seguenti link:

http://www.SitoFinto.com
https://www.facebook.com/PaginaFinta

Se lei fosse interessata a saperne di più, la prego di contattarmi il prima possibile, perché non c’è tempo da perdere: se dovessero passare troppi giorni, potrebbe essere impossibile avviare la procedura e lei subirà l’esecuzione forzata, rischiando tutti gli effettivi negativi soprammenzionati.

Di seguito i miei riferimenti:
Mario Brossi, esperto saldo a stralcio
+39 123 4567890
mario.brossi@mailfinta.it

Grazie per l’attenzione, mi faccia sapere al più presto.
Resto in attesa di un suo riscontro.

ANALISI

Analizziamo paragrafo per paragrafo la lettera.
Leggi con attenzione, ci sono di fatto tantissimi ragionamenti che sono stati fatti per strutturarla in quel modo, per scrivere certe informazioni, per approcciare l’esecutato in una determinata maniera.

Signor Giuseppe Rossi,

Salve, sono Mario Brossi e da oltre 10 anni sono un investitore immobiliare di successo.
Le scrivo in merito alla sua situazione economica.

Inizia la lettera salutando e presentandoti; naturalmente è la base, in quanto la relazione umana è di vitale importanza nel creare un qualsiasi rapporto.

Al tempo stesso la devi fare breve, perché è bene andare dritti al sodo: infatti con la seconda frase specifichi subito il motivo della lettera, per poi completare la tua presentazione o storia in un secondo momento.

Sono venuto a conoscenza del fatto che lei si trova in serie difficoltà nel saldare alcuni debiti, in particolare un mutuo per la casa ed eventuali altri prestiti che ammontano a valori importanti.

Quello che vuoi fare è discutere subito la ferita: i pesanti debiti che non danno pace all’esecutato.

L’errore più grave che potresti fare sarebbe iniziare col raccontare come guadagnerai soldi grazie alle circostanze infelici in cui si trova l’esecutato.

Devi aprire il discorso dal suo punto di vista, quindi mostrargli che tipo di aiuto puoi offrirgli e come.

Le mando la presente per spiegarle che esiste un metodo, una tecnica, una procedura – non sempre nota al di fuori dei gruppi di investitori immobiliari – che le permetterebbe di saldare definitivamente i debiti ed evitare le potenziali gravi conseguenze del pignoramento del suo immobile.

Avendo precisato che sei a conoscenza della situazione dell’esecutato, indicagli subito che hai una fantastica soluzione ai suoi problemi.

Questo stuzzicherà l’interesse del lettore, e successivamente spiegherai brevemente il metodo per dargli un’idea di come hai intenzione di agire.

Le spiego: tramite la vendita forzata del suo immobile all’asta, la banca cercherà di recuperare il denaro prestato a lei sotto forma di prodotti bancari.
In primis, il punteggio assegnato al suo credito verrà azzerato e lei non potrà più richiedere prestiti nel futuro presso alcuna banca o istituto finanziario.

Ma prima di parlare del come risolvi i debiti, torni al discorso delle conseguenze; nel momento in cui legge, l’esecutato potrebbe sapere tutto come potrebbe sapere nulla.

Fai a prescindere un riassunto di tutti gli effetti negativi(ssimi) che aspettano l’esecutato nel caso decidesse di ignorare la tua lettera.

Inizia col punteggio del credito (rating FICO), che è la prima ed inevitabile conseguenza se il pignoramento viene avviato.

Oltre a ciò, l’asta è una forma di vendita con esito imprevedibile: può capitare infatti che, una volta aggiudicato l’immobile, il prezzo finale di vendita sia inferiore al totale dei suoi debiti: in tal caso la banca procederà altresì col pignoramento del suo stipendio.
Questo scenario, particolarmente antipatico, è noto come la morte finanziaria.

Gira un po’ il coltello nella ferita: menziona che addirittura si rischia la morte finanziaria.

Nota bene: se il primo pensiero che ti viene è “come essere tragico, esagerato..”, hai ragione, chi scrive queste lettere mette alcool sulla ferita per allertare l’esecutato della gravità della situazione e il fatto che potenzialmente rischia di rovinarsi la vita.

 

Questi sono casi estremi, ma purtroppo non rarissimi.
Anche se la vendita forzata coprisse interamente il valore dei suoi prestiti, lei verrà classificato come un soggetto estremamente rischioso dal sistema bancario, per sempre.

Bene, avevi scritto che vi è una prima conseguenza e che poi ce n’è un’altra più seria.
Per eliminare l’ambiguità, con queste frasi fai presente che se inizia l’esecuzione forzata, la prima è inevitabile.

Alla fine, la lettera deve essere chiara come il sole: qualsiasi dubbio nella mente dell’esecutato potrebbe spingerlo a cestinarla senza contattarti!

Tuttavia, come le anticipavo, tutte queste conseguenze si possono evitare applicando una procedura che, grazie al mio intervento come investitore, le consentirebbe di eliminare in maniera completa e definitiva i debiti senza ulteriori impatti negativi.

Avevi promesso che esiste una intrigante soluzione, vero?
Riprendi il discorso e inizi a svelare qualche caratteristica del meccanismo..

Le accenno brevemente di cosa si tratta: posso intervenire come intermediario, trovando un acquirente direttamente sul mercato immobiliare (la casa deve essere per forza venduta) e al tempo stesso negoziando con la banca l’annullamento totale dei suoi debiti.

L’esecutato come minimo si chiederà e vorrà sapere di cosa stai parlando, pertanto è importante illustrare brevemente il piano d’azione.

Attenzione, la lettera non è un trattato sulla risoluzione dei debiti o sulla finanza; il paragrafo deve essere conciso e scritto con un linguaggio semplice, solo così puoi essere certo che l’esecutato capirà come ti muoverai.

A livello burocratico e legale è un procedimento molto complesso, ma sarà mia premura gestire tutto; se entriamo in contatto, le spiegherò tutti i dettagli importanti nel contesto di un colloquio senza impegno.

Logicamente, l’esecutato potrebbe avere comunque numerose domande per capire nel dettaglio come funziona tutto.

Anticipagli che sai questo, e che potete parlarne per bene e con calma facendo un colloquio tranquillo e senza impegno.

L’incontro deve essere proposto come gratuito, se chiedi il pagamento di una tariffa difficilmente riesci a farti pagare. Durante questa fase dell’operazione, la consulenza non ha molto valore per l’esecutato! Si, potenzialmente perdi tempo perché se l’operazione non dovesse andare a buon fine hai lavorato pro bono!

Perché faccio questo?
Aiutandola a uscire dalla crisi economica, a mia volta posso trarne beneficio in caso di esito positivo dell’operazione. Una volta completata la vendita, ci sarà una percentuale di guadagno per il sottoscritto.

Ora, devi affrontare un aspetto secondario ma comunque importante: il sospetto.

Quante volte hai visto annunci sensazionalistici su Internet, talmente esagerati che hai deciso in quattro nanosecondi che sono delle truffe? O come minimo fuorvianti?

Ecco… analogamente, l’esecutato (soprattutto quelli che non hanno mai sentito parlare di tecniche per la risoluzione dei debiti, ovvero la maggior parte!) potrebbe pensare che questa comunicazione scritta non sia altro che un tentativo di appescarlo per scopi che non gradirà.

Devi creare fiducia, e per fare ciò devi, come minimo, esemplificare cosa e come ci andrai a guadagnare.

Questo è solo l’inizio, poiché al colloquio dovrai entrare nel dettaglio spiegando con calma e dedicandoci tempo in abbondanza!

Ho già analizzato in maniera approfondita la sua situazione ed ho appurato che, con la sua preziosa collaborazione, è possibile estinguere i debiti nella maniera che le accennavo prima.
Essendo attivo da oltre 10 anni in questo settore, ho ampia esperienza nella risoluzione dei debiti ed ho gestito con successo numerosi casi simili al suo.
Possiedo una reputazione molto apprezzata nel settore e una solida presenza online.
Può dare un occhio al blog ed alla pagina Facebook che gestisco assieme ad un mio team ai seguenti link:

http://www.SitoFinto.com
https://www.facebook.com/PaginaFinta

A questo punto non ti resta che rassicurare l’esecutato che hai le competenze necessarie per eseguire con successo il piano d’azione.

Potresti essere un principiante o comunque non avere molto da dire per “vantarti”: non ti preoccupare, non è necessario essere il guru del settore per conquistare la fiducia di un cliente…

Se sei all’inizio o hai poca esperienza:

  1. Menziona di avere le basi, ovvero le conoscenze, competenze e capacità per risolvere la sua situazione (importante: non dire che sei competente “in generale”, ma lascia intendere che hai capito tutto e sai come muoverti nel suo specifico caso).
  2. Sfrutta qualsiasi successo passato, anche se di poco conto; se hai concluso positivamente anche una sola piccola operazione, usala come fonte di testimonianze.
  3. Fai leva sui tuoi mentori, docenti, etc.; per esempio, se sei stato un mio allievo, potresti scrivere “la mia sorgente di formazione è dottor NPL, il punto di riferimento sui crediti deteriorati”

Se lei fosse interessata a saperne di più, la prego di contattarmi il prima possibile, perché non c’è tempo da perdere: se dovessero passare troppi giorni, potrebbe essere impossibile avviare la procedura e lei subirà l’esecuzione forzata, rischiando tutti gli effettivi negativi soprammenzionati.

Introduci l’urgenza: questo è un altro punto critico.
Se lo fai credere che si può permettere il lusso di valutare la proposta con molta calma e prenderla alla leggera, il rischio è che l’esecutato procrastina fino a che non sarà troppo tardi.

Per evitare questo, insisti sulla necessità di prendere una decisione il prima possibile.

Di seguito i miei riferimenti:
Mario Brossi, esperto saldo a stralcio
+39 123 4567890
mario.brossi@mailfinta.it

Grazie per l’attenzione, mi faccia sapere al più presto.
Resto in attesa di un suo riscontro.

Infine lascia i tuoi riferimenti e chiudi rafforzando ancora una volta il fatto che ti aspetti una risposta quanto prima.

Dai all’esecutato tutte le modalità di contatto possibili.
Infine, prepara e allega biglietti da visita.

Uff… !

MIO DIO

Se pensi che tutto questo discorso della sales letter, del copywriting, della psicologia dell’esecutato, sia complicato e difficile… non sei l’unico!

Peraltro abbiamo visto insieme l’1% dell’arte del copywriting: se vuoi redigire una vera lettera seria e professionale… beh mi sa che devi fare il miracolo del spezzarti in due per essere anche il copywriter della situazione!

Già, perché per raggiungere risultati decenti, dovrai impegnarti come se non ci fosse un domani a studiare il copy, spendere barche di soldi in corsi di formazione e poi forse, forse.. dopo aver iterato qualche centinaio di volte, la tua lettera inizierà a produrre risultati.

E’ impossibile scrivere una letter che funziona al primo colpo: bisogna abbozzare, testare, revisionare, testare di nuovo e cosi via.

Quando hai già tanto altro da fare, questo lavoro diventa un esercizio.. di futilità.

Sarai Sisifo 2, condannato a spingere ripetutamente un masso dalla base alla cima di un monte…

Sisifo[Sisifo, personaggio della mitologia greca punito duramente da Zeus, che lo costringeva a ricominciare da capo la sua scalata senza mai riuscirci]

E come farai a ritagliare tempo per tutto questo?

Che impresa ardua.

In alternativa ti fai dare una mano da esperti: premesso che in Italia di professionisti in gamba ce ne sono ben pochi e trovarli è un’altra impresa ardua, dovrai spendere fior di quattrini per ingaggiarli, mettendo a rischio sempre più capitale prima ancor di aver idea se l’esecutato darà il suo consenso o meno.

Mio. Dio.

Questo è uno dei motivi per cui ho ideato NPL Advanced, un metodo d’investimento innovativo che, oltre ad essere rapido e redditizio senza uguali, possiede un’altra caratteristica interessante…

Non devi avere a che fare con l’esecutato.

LA BUONA NOTIZIA

Investitore vincente

E’ vero: per la buona riuscita di un investimento in NPL, in particolare col metodo NPL Advanced, non è necessario contattare e gestire l’esecutato.

Di conseguenza, un’operazione NPL è molto più semplice e rapida!

Ti sembra poco plausibile? Impossibile?

Io su questo blog non faccio scherzi: devi aprire la tua mente.

Ti spiego perché tutte queste competenze, conoscenze e capacità aggiuntive non servono se investi in NPL: devi solo trattare col creditore.

Nemmeno in fase di analisi di potenziali opportunità NPL hai bisogno di sentire l’esecutato, non ha importanza nemmeno la sua identità.

Per i tuoi scopi, l’unico aspetto di interesse è l’esistenza di eventuali vincoli che possono impedire l’operazione (es. ha un figlio disabile che non si può buttare fuori), ma questi sono già evidenti nella perizia.

Ti consiglio caldamente di scordarti i vecchi metodi d’investimento immobiliare: richiedono troppo tempo, il rischio è sempre considerevole ed il ritorno non è mai il più possibile.

Scopri di più su NPL Advanced.

Al tuo successo,
Dottor NPL.


logo Dottor NPL Dottor NPL è il primo e unico esperto sugli investimenti immobiliari NPL in Italia per privati, creatore del metodo più avanzato e redditizio NPL Advanced, nonché autore di "Come investire in NPL",  il libro di riferimento sull'argomento.

Vanta esperienza pluriennale... sin dalla nascita del primo affare NPL in Italia!
Vuoi avere il privilegio esclusivo di investire con il dottore?
Per la prima volta è possibile:  CLICCA QUI PER INGAGGIARLO!


CONDIVIDI SU: