Commetti quest’errore quando investi il tuo capitale?

Non sono solito a scrivere manifesti, trattati o lunghe opinioni, ma sentivo la necessità di comunicarti ciò che sto per scrivere nelle prossime righe. In particolare voglio capire se stai facendo un certo errore quando investi il tuo denaro…

Ci sono due tipologie di persone interessate a investire in NPL.

1. colui che può dedicare tempo ma non ha il denaro;
2. colui che ha denaro ma è molto impegnato (perché sta già usando il proprio tempo per un’attività economica).

OK.

Chi non ha i quattrini sicuramente deve prima cercare di sfruttare il tempo per fare in altro modo i primi passi verso una situazione economica migliore, lasciando perdere gli investimenti NPL.

Sono schietto e franco perché è meglio.

Anzi, gli direi di lasciar perdere qualsiasi investimento in generale.

Ovvio che volendo uno può tentare di accedere alle leve bancarie/finanziarie, per amplificare il ROE (return on equity, il ritorno relativo alla percentuale di capitale investito) per fare un colpo “poca spesa tanta resa”…

MA E’ UN GRANDE RISCHIO.

Se l’investimento va male – che solitamente accade per mancanza di esperienza, essendo dei giovani ansiosi questi individui – bisogna tirare fuori in qualche modo almeno tutto l’ammontare (oppure di più ancora, in funzione delle caratteristiche della leva).

Inutile dire che se i soldi non li aveva prima, una volta che ha perso tutto sarà ancora più difficile pagare…

Chiunque stia seguendo questo blog e si trova nella prima categoria è meglio che smetta di leggere perché non troverà informazioni utili.

Torniamo a noi…

DESIDERI E OBBIETTIVI

Desideri

Tu sei della seconda tipologia di investitori e, com’è giusto che sia, a questo punto nella vita preferisci far sudare il denaro per te e non viceversa.

Ha senso che uno debba lavorare duramente per tutta la vita?

Che siamo, dei criceti che devono girare la ruota ad infinitum?
Non meritiamo il diritto di staccare [definitivamente] e goderci i frutti del nostro ostico lavoro?

Sai, ho ancora impressa in mente la mia vacanza dell’anno scorso alle Maldive…

Mentre bazzicavo in mezzo all’arcipelago incontaminato, contemplavo sia gli incantevoli isolotti sia il fatto che avevo questo grande piacere di passare momenti da sogno grazie al mio contributo sul pianeta.

E quanto sono mirabolanti gli atolli che abbelliscono l’imponente Oceano Indiano…

Una sera ero al Motu, quel magico bar dove il pavimento di vetro ti permette di ammirare gli squali che balano sotto i tuoi piedi.

Un pelo inquietante forse?

Ordinato il drink, decisi di uscire un attimo fuori, Maldivian Lady fermamente in mano.

Mentre sorseggiavo il mio cocktail  sotto i massaggianti raggi del sole – non troppo caldi né freddi, veramente perfetti – mi stavo chiedendo: se approcciavo gli investimenti con la mentalità dei poveri, mi sarei mai potuto permettere un mese intero in una delle location più desiderate della Terra?

Questa non è la mia ‘vacanza definitiva’ dopo che ho lavorato mezzo secolo e sono andato in pensione per vecchiaia. Sono giovane, e mi svago a piacere.

Ma lo posso fare solo grazie al fatto che applico la giusta mentalità quando si parla di finanza.

(se te lo stai chiedendo… si, tra qualche anno smetterò di offrire i miei servizi per vivere di totale rendita per il resto della mia vita… se hai mai contemplato l’idea di fare leva sulle mie competenze per investire a occhi chiusi, ti consiglio di contattarmi ORA)

Esperienze

Siamo nel 2018. Il nostro mondo, il nostro pianeta, la nostra civilizzazione ha raggiunto un momento molto intrigante.

Mai come adesso abbiamo avuto un insieme cosi vasto di esperienze da assaggiare e luoghi da visitare sulla terza pietra dal Sole.

Puoi fare un fantastico volo in mongolfiera nella magnifica Valle d’Aosta, al cospetto della spettacolare catena del Monte Bianco, con brindisi a 2.000 metri…

Oppure puoi persino pensare di fare un bel soggiorno suborbitale comodamente all’interno di una meravigliosa navicella spaziale…

Fantascienza? Macché!

Cento anni fa sembrava impossibile, mentre ora diventano cose mondani, all’ordine del giorno. Una gita sulla Luna sarà come andare all’angolo a prendere una pizza!

Poi c’è addirittura uno scienziato, con una lunga storia di accurate previsioni sul futuro, secondo il quale siamo molto vicini alla cosiddetta singolarità.

Che cos’è? E’ quel momento cruciale T quando le macchine avranno un’intelligenza (artificiale) talmente avanzata che saranno indistinguibili dall’essere umano.

Orbene a partire dall’istante T+1, l’intelligenza artificiale crescerà in maniera esponenziale, sicché il mondo si trasformerà rapidamente in modi che non possiamo nemmeno immaginare.

Il confine tra umani e macchine si sfumerà totalmente e permanentemente. Impianti cibernetici aumenteranno fortemente le nostre capacità cognitive e fisiche e consentiranno l’interazione diretta tra umani e macchine.

Tutte queste cose sono sulla mia personale checklist, mi accerterò di godermi tutto ciò che il mondo ha da offrire.

Perché per cambiare la mia vita e quella di tanti altri ho lavorato e continuo a lavorare come se non ci fosse un domani, dando il mille per cento per offrire la qualità più alta in assoluto.

Un giorno potresti sentire che sono un residente dell’Andromeda, dopo aver fatto un salto li con una nave Alcubierre nel 2030. La carriera da esperto NPL sarà solo un lontano ricordo…

Ma questo non è un blog sul turismo o sul fu-turismo.
Riprenderò questi argomenti – forse – un altro giorno.

ARRIVA LA DOMANDONA: FAI UN CERTO ERRORE QUANDO INVESTI?

Ottieni risultati solo se non fai errore quando investi

Nonostante gli incredibili progressi della nostra civilizzazione, qualcosa non sembra cambiare: per accedere alle esperienze migliori ci vogliono quattrini che non tutti hanno.

Permettimi di affermare che forse va bene cosi.
Con queste barriere d’accesso alimentiamo la nostra voglia di guadagnare di più e, di riflesso, ci spingiamo ad essere creatori di valore per ottenere il denaro.

Quando creiamo valore miglioriamo la società, chiudendo un circolo virtuoso che porta avanti il progresso globale.

Ottimo direi.

Adesso voglio dirti che questo creare valore, discorso che ho già affrontato, non è di poco conto.

L’essere umano tendenzialmente è egoista; chi svolge un lavoro qualunque come dipendente lo fa solo per pagare le proprie bollette a fine mese.
Chi crea valore migliora anche la vita di altri.

La creazione di valore genera le ricompense più appaganti.

Questo è vero sia nel contesto delle attività lavorative (dipendente versus imprenditore), sia nell’universo degli investimenti.

Ora arriviamo all’errore che volevo chiederti se commetti o meno…

Quando si parla di investimenti, che approccio applichi?
Ragione nell’ottica di creare valore o cerchi solo i soldi facili e veloci?
(che in realtà non esistono…)

Il discorso è che se non hai la mentalità corretta, difficilmente farai investimenti soddisfacenti.

Vediamo un attimo cosa succede in pratica se agisci con la mentalità dei poveri…

L’AMICO BANCHIERE

Banchiere

Ansioso di sfruttare il sistema, visiti la filiale locale della tua banca.
“Miglior punto di partenza!”, ti dici con confidenza.

Ti siedi comodamente davanti al “esperto” trading e investimenti, gentiluomo tutto elegante e forbito.

Carico di entusiasmo, dai luogo alla conversazione chiedendo cosa c’è di meglio la fuori a livello di carta per investire.

Risultato? Ti vengono proposte delle obbligazioni all’1%…

Inutile dire che difficilmente ti cambiano la vita.

Ora, il banchiere non cerca sicuramente di farti perdere tempo…

Tuttavia sono solamente consigli generici preparati in anticipo dal suo capo; questi consigli vengono poi ripetuti meccanicamente a chiunque contatta la filiale con quesiti simili!

Magari ti parla di un conto deposito con un tasso di ben 1,50% – lordo.

Spero che la caramella sarà particolarmente buona, perché è l’unica cosa che ti permetterai coi profitti – per i quali dovrai aspettare almeno 5 anni, perché quel magnifico tasso è accessibile solo a chi vincola il denaro.

Che senso ha?

Una volta, quando i tassi di interesse potevano superare il 5%, il compounding faceva una vera differenza; gli investitori intelligenti si accertavano di sfruttarlo, convertendo il tempo in tanto denaro.

Il compounding, o l’interesse composto, è l’effetto grazie al quale si moltplicano gli interessi.

Per illustrarti come mai era uno strumento di successo, ti racconto un famoso aneddoto.

Gratificazione immediata versus pazienza

Un uomo viene fermato per strada e gli vengono proposte due scelte…

“Se ti offrissi 1 milione di euro in contanti immediati, oppure 1 centesimo che raddoppia ogni giorno per un mese, cosa preferiresti?”

L’uomo dice, “voglio il milione, grazie!”

A prima vista la bella somma sembra palesemente la scelta più appagante.

Ma è davvero cosi?

In realtà un calcolo veloce dimostra che se il centesimo raddoppia per 31 giorni, al termine del periodo il numero sarà €10,737,418.24.

Bella differenza, eh?

Ovviamente non è uno scenario reale, ma una volta era veramente possibile diventare milionari con investimenti della durata di 20-30 anni in conti con tassi di circa 7%.

Putroppo ad oggi sono solo dei miraggi…  il compounding è pressoché inutile, grazie ai tassi d’interesse ormai irrisori.

VIVA IL CRIPTO?

Bitcoin

Magari sei uno di quelli che pensano di fare un colpo facile grazie a bitcoin e simili.

Da qualche anno a questo parte (2009, per la precisione), bitcoin è la nuova e moderna corsa all’oro.

Chi non voleva rapidi e semplici €€€ grazie alla rivoluzione monetaria?

Opportunity seeker di tutto il mondo facevano il cosiddetto mining per creare ricchezza dal nulla!

Insomma, era ed è sulla bocca di tutti gli investitori “furbi”.

Senza negare che alcuni si sono effettivamente arricchiti puramente grazie alle cripto-valute, come per esempio il creatore di bitcoin (non a caso, anche un creatore di valore), oggigiorno sei illuso se pensi di fare jackpot grazie alle monete elettroniche.

Diciamocelo: questo gioco a somma zero crea più vittime che vincitori.

Se avessi un centesimo per tutte le brutte storie che ho letto su persone che perdevano soldi, e non pochi, tentando in vano di battere il mercato delle coin…

Abbindolati dalla classica convinzione, cadevano preda dell’avidità.

Spendevano cifre enormi per comprare, aspettando e aspettando e aspettando prima di vendere, certi che il valore aumenterà sempre.

Peccato che, prima o poi, tutte le bolle scoppiano.

Il mercato non ha pietà, e punisce senza discriminare.
La sua volatilità non conosce limiti.

Vuoi un esempio?

Speculazione bitcoin andata male: una storia vera

Derek Rose era un giornalista australiano con $70000 sul conto deposito.
Intossicato dall’apparente potenziale, li investe tutti e verso fine dicembre 2017 il suo conto trading valeva circa $7 milioni.

Rose “guadagnava” fino a mezzo milione al giorno.
Abbastanza incredibile, come il fatto che aveva chiesto in prestito 14 ulteriori milioni di dollari per comprare ancora di più, pagando migliaia di dollari al giorno come interessi.

All’inizio, Derek fece le sue prime mosse solo dopo aver studiato bene il mercato, dopo aver fatto ricerche rigorose.

La parte triste inizia poco dopo, quando si lascia prendere e usa il margin trading per comprare in maniera incontrollata numerose criptovalute.

Un suo amico lo consiglia caldamente di vendere, ma lui desiste…

“Voglio avere tutto. Uno yacht, una squadra di calcio…”

Per farla breve, a inizio 2018 le cripto-monete crollano e il nostro protagonista perde ben $9 milioni.

Suo commento a riguardo?

“La prossima volta starò più attento.”

Agghiacciante.

E’ facile pensare che sei più intelligente e furbo del resto del mondo, ma il mercato è un essere autonomo che che non fa distinzione tra bene e male: è più probabile che una scimmia scriva un intero romanzo di Shakespeare pigiando a caso i tasti di una macchina per scrivere, piuttosto che vincere la cripto-lotteria.

L’andamento incerto della valuta virtuale è costantemente alimentato da problemi tecnici, truffe, governi contrari al suo utilizzo e tutta una serie di fattori psicologici.

Forse in un futuro lontano le banconote classiche saranno un ricordo di un mondo ancora poco evoluto, ma per ora è meglio accantonare le coin come strumento d’investimento.

QUINDI?

E allora cosa ti propongo nel concreto? Dopo aver parlato a lungo di scenari.. poco felici, dovrei avere qualcosa di interessante nella manica, vero?

Se segui questo blog sai già molto bene di cosa mi occupo e perché.

Siccome trovavo poca soddisfazione nel fare gli investimenti popolari, e non mi  accontentavano nemmeno alcune classiche strategie immobiliari relativamente redditizie, decisi anni fa di inventare un mio metodo, che chiamo NPL Advanced.

NPL Advanced logo 2

NPL Advanced è una tecnica d’investimento a medio termine con ritorni altissimi e basso rischio.

Attenzione, non sono qui a dirti che esiste quella magica formula che moltiplica il capitale con poco effort.

NPL Advanced richiede molto lavoro, ed i ritorni alti nascono proprio grazie alla creazione di valore (ricordi il discorso?).

Ma il lavoro lo faccio tutto io.

Come ideatore del metodo, mi metto al servizio di quelli investitori che cercano una soluzione chiavi in mano, dove mi occupo personalmente di gestire operazioni per conto del cliente.

Al tuo successo,
Dottor NPL.


logo Dottor NPL Dottor NPL è il primo e unico esperto sugli investimenti immobiliari NPL in Italia per privati, creatore del metodo più avanzato e redditizio NPL Advanced, nonché autore di "Come investire in NPL",  il libro di riferimento sull'argomento.

Vanta esperienza pluriennale... sin dalla nascita del primo affare NPL in Italia!
Vuoi avere il privilegio esclusivo di investire con il dottore?
Per la prima volta è possibile:  CLICCA QUI PER INGAGGIARLO!


CONDIVIDI SU: