Efficienza nella gestione delle esecuzioni immobiliari lato tribunali: dolcetto o scherzetto?

Parebbe che, affiora, salta fuori.. c’è una maggiore efficienza nella gestione delle esecuzioni immobiliari. Dice qualcuno.

Quel qualcuno verrà presto svelato, ma prima un dettaglio sulla storia..

Stiamo parlando dei tribunali, si quei magici posti dove ci vogliono tempi biblici per spostare un foglio da un ufficio all’altro.

Rinomati per faticare enormemente a concludere anche la pratica più semplice, sicuramente nessuno si aspetta efficienza nella gestione delle esecuzioni immobiliari, sottoscritto compreso.

Puoi capire quindi come un’affermazione del genere difficilmente convince.

E’ come dire che il governo improvvisamente ha deciso di abolire le tasse.

O che i miei capelli hanno cambiato idea e mi è cresciuta una chioma alla Chris Hemsworth.

Improbabile come l’allineamento di tutti i pianeti dell’universo.

A me ha causato shock il semplice fatto che qualcuno ha avuto il coraggio di dirlo.

Ma loro insistono che ci sarebbero dei dati a sostegno..

Vediamo meglio come sono giunti a conclusioni sbalorditive e cosa cambia per te investitore negli NPL. Potrai continuare a fare affari spettacolosi che lasciano a bocca aperta i guru delle aste?

Continuerà a scorrere il fiume di denaro che ti gonfia il conto corrente?

Hmmm..

DIAMO IL BENVENUTO

Welcome

Ok, basta con i misteri: la fonte della bomba nucleare di oggi è Cerved.

Si tratta di una società mai nominata prima d’ora sulla Gazzetta Degli NPL, ma di fatto si pone come uno dei più grandi information provider italiani e orbita al centro della galassia degli NPL.

Cerved fornisce:

– servizi di valutazione, gestione e recupero crediti
– report e studi di settore per aziende e istituti finanziari

Ora che avete fatto conoscenza e vi siete dati una stretta di mano, andiamo avanti.

ADDIRITTURA CRESCITA DI VALORE

Crescita valore

Secondo la sorgente, la maggiore efficienza dei tribunali potrebbe anche aumentare di 12 miliardi di euro il valore degli NPL in generale.

PRENDI NOTA del fatto che si usa il congiuntivo.. quindi, nemmeno loro si azzardano a dire che è una certezza.

Nella comunicazione pubblicata da Cerved, il sottotitolo da’ già un’anteprima della conclusione:

“Si riducono le durate di fallimenti ed esecuzioni immobiliari, ma rimangono ampie differenze tra i tribunali più e meno efficienti, con effetti rilevanti sul valore delle sofferenze nei bilanci bancari.”

Questo cosa vuole dirci? Che forse dei tribunali più veloci ci sono, ma forse ce ne sono ancora tanti lenti.

In realtà, i tribunali si potevano dividere in queste categorie da diversi anni a questa parte.

La root cause, ossia la radice del problema, è quella caratteristica intrinseca di un sistema complesso: chi c***o capisce come lavorare in maniera efficiente?

Non aiuta poi l’accorgimento che il sistema di cui parliamo è quello ITALIANO, ma lasciamo le polemiche per un altro giorno..

STUDIO

Studio

Cerved prende la questione molto seriamente, tale che hanno fatto un corposo studio a riguardo.

Non sono gli unici accaniti, perché lo hanno redatto assieme a La Scala, società di avvocati specializzati nel recupero crediti.

Molto bene signori.

Ciò detto, non riporto qui l’intero contenuto del documento. Tuttavia, per la tua noia puoi trovare un link in fondo alla pagina.

Ascolta a me.

Dicono fondamentalmente che sono iniziati dei cambiamenti nel 2017, quando si è registrata una riduzione di 40 giorni della durata media di un’esecuzione immobiliare, e che questo trend è rimasto invariato nel 2018.

Interessante? Si certo. Ecco il loro grafico che espone le statistiche raccolte:

Statistiche efficienza nella gestione delle esecuzioni immobiliari

(clicca per ingrandire)

I valori medi sopra saltano fuori da osservazioni eseguite su tutti i singoli tribunali del Belpaese, elencati sotto:

Durata esecuzioni per tribunale

Ok, la riduzione notata da Cerved è reale e tangibile. Non spara certo parole a caso per mettere a rischio la propria reputazione.

La durata media di una procedura ora è di 5 anni.

Suona familiare? (sezione “ICE, ICE BABY”)

QUALCHE DETTAGLIO IN PIU’

Dettaglio

 

Specificano che le tempistiche tendenzialmente sono più lunghe nel Sud e nelle isole, mentre in generale l’efficienza maggiore si registra a Nord dove la media è “solo” 4 anni.

Più nello specifico ancora, i tribunali di Trieste, Ferrara, Aosta e Bolzano sono i più veloci con durate tra 1,6 e 2,4 anni; i più lenti sono Castrovillari e Fermo con circa 11 anni, Locri con quasi 17 anni (!).

Banche di tutta Italia, volete pignorare una casa in fretta? Fate si che per caso si trovi a Trieste! 🙂

In linea di massima, i tribunali più lenti a chiudere un fallimento lo sono anche nelle esecuzioni immobiliari, sostiene il report.

Ciò a me non sorprende: la lentezza deriva dall’inefficienza delle persone che ci lavorano, e all’interno di un determinato tribunale sono le stesse a gestire sia le esecuzioni che i fallimenti.

(nota bene: i fallimenti sono irrilevanti nel contesto degli investimenti diretti in NPL immobiliari, riguardano le società andate in bancarotta).

SUL VALORE

valutazione immobiliare Cost approach cropped

Giustamente, Cerved spiega che l’efficienza nella gestione delle esecuzioni immobiliari da parte dei tribunali incide in modo diretto e significativo sul valore dei crediti deteriorati correlati.

In un loro esempio, un portafoglio di 100 euro di crediti bloccati in esecuzioni immobiliari vale ipoteticamente 60 euro nel tribunale efficiente di Trieste e malapena 8 a Locri. Dio mio!

Estendendo il ragionamento, €100 miliardi di sofferenze che hanno le banche valgono in teoria 25 miliardi se finanziati al 15% per fondi che comprono NPL, mentre dal punto di vista di una banca che si finanzia favorevolmente al 4%, valgono 34,5 miliardi.

Teoricamente, se in un mondo ideale (scordatelo) tutti i tribunali diventerebbero efficienti come Trieste, il valore complessivo potrebbe salire di 12 miliardi per fondi e arrivare a 37, oppure di 8,3 e arrivare a 43,8 miliardi per banche.

Possiamo anche ipotizzare che le durate delle esecuzioni si allineano coi tribunali-chiocciola: in tal caso i valori CROLLEREBBERO a 10,1 miliardi e rispettivamente 18,9 miliardi.

Fammi dire la mia..

PERMETTIMI DI CONCLUDERE

Attenzione

La domanda fondamentale è: cosa ti cambia come investitore finale?

Quando investi in NPL guadagni di più o di meno adesso?

Ti dò subito la risposta: cambia nulla.

Il perché è semplice: complessivamente, le durate sono sempre bibliche!

Cosa sono 40 giorni quando mediamente ci vogliono anni e anni?

Certo, a Trieste passa un anno e mezzo o meno, ma per ovvi motivi il 99% degli immobili pignorati sono altrove in Italia.

E quindi, appare facilmente evidente che le banche rinarrano sempre disperate a smaltire gli NPL in maniera più rapida.

L’alternativa migliore che hanno è vendere i crediti e fargli arrivare nelle mani di affaristi come te, alleggerendo cosi i loro bilanci in fretta.

Già, perché in confronto pure le tempistiche di Trieste sono colossali!

Mai come adesso è il momento opportuno per investire in NPL.

La ragione è questa: il mercato è totalmente esplosivo.

I punti chiave del mercato sono questi:

  • con volumi di centinaia di miliardi di euro di NPL, l’Italia è il più grande mercato NPL in tutta Europa
  • le banche che possiedono gli NPL li devono vendere a tutti i costi (letteralmente) per porre stop alla loro continua emorragia di soldi
  • la Banca Centrale Europea (BCE) tartassa (comanda) le banche italiane per vendere il prima possibile
  • il governo italiano a sua volta incentiva le banche a smaltire con iniziative di supporto (GACS – Garanzia Cartolarizzazione Sofferenze)

L’Italia chiudeva il 2017 con un volume di circa 300 miliardi di esposizioni rischiose e 64 miliardi euro di transazioni NPL, mentre per il 2018 si arrivava a 100 miliardi euro di transazioni NPL.

Ti sembrano spiccioli?

RIPETO, L’ITALIA E’ IL MERCATO NPL PIU’ GRANDE D’EUROPA.

Diciamo che c’è tanto pesce nell’oceano, sei d’accordo?

Benissimo.

E non ti servono conti in baca come quelli di Jeff Bezos, puoi iniziare anche da 100.000 euro.

C’è un solo “ma”: bisogna agire ora.

Sotto pressione della BCE, le banche italiano fanno il possibile per sbarrazzarsi di NPL e tenere la situazione sotto controllo andando avanti.

Questo significa una pioggia di opportunità d’investimento nell’immediato, ma al tempo stesso…

…col passare di tempo, il mercato si riduce, e tra qualche anno non si potrà più pescare!

Ma non ti preoccupare, tu hai un modo piuttosto facile per investire in NPL e allargare il tuo patrimonio.

Farai leva sul metodo NPL Advanced – ideato dal sottoscritto – per realizzare le operazioni più remunerative nel mondo dell’immobiliare.

Al t uo successo,
Dottor NPL.

Fonte: Cerved.com


logo Dottor NPL Dottor NPL è il primo e unico esperto sugli investimenti immobiliari NPL in Italia per privati, creatore del metodo più avanzato e redditizio NPL Advanced, nonché autore di "Come investire in NPL",  il libro di riferimento sull'argomento.

Vanta esperienza pluriennale... sin dalla nascita del primo affare NPL in Italia!
Vuoi avere il privilegio esclusivo di investire con il dottore?
Per la prima volta è possibile:  CLICCA QUI PER INGAGGIARLO!


CONDIVIDI SU: