Gli attributi di un investitore NPL di successo (PARTE III)

Un caloroso benvenuto alla terza (e ultima!) puntata della mini-serie “Gli attributi di un investitore NPL di successo”.

Se per caso ti sei perso le antecedenti, puoi trovare la prima qui e la seconda qua.

Mi fa piacere che tu abbia apprezzato i numeri uno e due.

Come faccio a saperlo? Se cosi non fosse, non continueresti a leggere questo 🙂

Ti voglio parlare di ancora 3 attributi.

In tutta onestà, avrei potuto fare questa lista molto più lunga, e includere degli ulteriori attributi, che invece mi sono ‘scordato’ (volutamente).

Questi non sono necessariamente meno importanti o secondari, ma sono impliciti.

Vale a dire, chi possiede i 10 attributi che menziono esplicitamente deve per forza avere anche tutti gli altri!

Ciò detto, ho lasciato il meglio per ultimo?

Non proprio, ma sicuramente oggi completiamo il puzzle.

Togliamo la bistecca dalla griglia e la mettiamo sul piatto.

Io non vedo l’ora!

E tu?

Qualcuno ha detto maestro della negoziazione?

L'investitore NPL di successo sa negoziare

Sin dalla notte dei tempi, noi esseri umani abbiamo negoziato a vicenda per ottenere quello che vogliamo.

Che fosse un sasso per entrare nel Colosseo (valeva come ‘biglietto’ all’epoca), o un accordo internazionale di pace, abbiamo negoziato e continuiamo a negoziare per qualsiasi entità di questo mondo.

In tutta verità, pure gli animali negoziano tra di loro.

Eppure, per assurdo, tendiamo a non pensarla come un’attività comune.

Detto ciò, forse non ti sorprenderà appurare quanto segue…

…secondo molti, per essere un investitore NPL di successo può bastare il ‘savoir faire’ (punto 4 di questa lista, ovvero il primo dell’articolo precedente), mentre non serve avere abilità speciali.

Eh, non si tratta di impedire la Terza Guerra Mondiale!

Nulla di più SBAGLIATO.

Ti servono sia conoscenze, sia competenze, sia capacità.

E in particolare tecniche efficaci per negoziare.

Quando e perché serve negoziare nel contesto di un’operazione NPL

Quando: durante la seconda macro-fase di un’operazione NPL, che è l’acquisto del credito deteriorato.

Perché: la negoziazione si rende necessaria in quanto devi entrare in possesso della sofferenza a prezzo scontato. Altrimenti NON puoi avere un ritorno economico!

Ma io faccio l’affarista furbo che propone solo condizioni vantaggiose per se stesso e il gioco è fatto! Non servono questi discorsi complicati!

Ah si, certo… mi dispiace darti la brutta notizia, ma cosi non funziona mai.

Questo ragionamento presuppone che hai a che fare con una persona ignorante.

In realtà ti trovi davanti a direttori che hanno già fatto un numero infinitamente maggiore di negoziazioni rispetto a quelle che mai farai tu. Perché le fanno su base giornaliera.

Si contratta con soggetti la cui esperienza è a dir poco vasta a priori, intesi?

La negoziazione è proprio una fase obbligatoria di un investimento NPL, sei costretto a farla anche se non sai come.

Ah, sai cosa succede se provi a fare un’operazione senza saper patteggiare?

Fondamentalmente, il creditore negozierà da solo, con risultati catastrofici per te.

Torni a casa con la coda tra le gambe, ti demoralizzi e poi eviti il creditore come la peste; d’altronde, lui ti ha etichettato come coniglio e la prossima volta ti mangerà vivo!

Ma non mi dilungo troppo sulla negoziazione: volevo solo sottolineare l’importanza, anche perché a riguardo ho già preparato una guida.

(la puoi usare come trampolino per fare l’investitore indipendente, se ti interessa avventurarti da solo.. ma tieni presente che ti servirà comunque tempo per acquisire confidenza ed esperienza; se vuoi risultati ORA senza dover fare un lungo percorso di formazione e sopratutto evitando di farti male, contattami!)

L’investitore NPL di successo è un problem solver

L'investitore NPL di successo risolve problemi

Ribandendo che l’investitore NPL di successo ha per forza una serie di abilità preziose, tra queste è critica anche quella del problem solving.

Ma cos’è il problem solving di preciso?

Svisceriamo la definizione: c’è molta confusione diffusa in giro, con troppe persone che parlano di problem solving solo perché “suona importante”, cioè senza sapere realmente cosa stanno dicendo.

Il problem solving è quella capacità di analizzare un problema, individuare possibili soluzioni, scegliere la migliore ed attuarla.

Potremmo dire che si compone di tre fasi (alcuni professori, ricercatori, scienziati e altre figure propongono un numero maggiore, definendo passi più piccoli e specifici):

  • individuazione e definizione del problema
  • analisi del problema e formulazione di potenziali soluzioni
  • implementazione della soluzione più adatta

In parole povere, il problem solving è l’azione del trovare rimedio per tutti quei contesti che si discostano dal tuo regolare flusso di lavoro.

Andiamo al sodo

So già qual’è la tua prima domanda…

Dottore, che problem solving c’è da fare quando si investe in NPL?

Inanzitutto, riflettendo sulle mie esperienze passate, mi accorgo che il problem solving potrebbe essere un’abilità ancora più critica della negoziazione.

Sai perché?

Perché potrebbe essere necessario risolvere un intoppo ad ogni passo di un’operazione.

Possono capitare imprevisti in ogni istante, e prima o poi ti capiterà tutto il possibile.

Che tu sia già un investitore NPL di successo o meno non importa, sono inevitabili e incontrollabili.

Certo, non è detto che se tenti di fare l’investitore indipendente la tua prima operazione sarà un bagno di sangue; potrebbe andarti liscia al 90%, magari ti troverai a faticare con una sola fase… ma c’è anche la possibilità che dovrai superare difficili ostacoli e inghippi ogni giorno, avendo nelle mani una patata bollente!

Non si sa mai. Spera che vada tutto bene, ma preparati per qualsiasi problema od anomalia. Questo fa parte del mindset vincente.

Naturalmente, l’unico fattore che fa la differenza alla faccia degli ostacoli è la tua esperienza.

E’ proprio questo l’elemento che mi permette di concludere sempre positivamente, anche nelle situazioni più ostiche.

Il problem solving negli NPL può riguardare qualsiasi dettaglio.
Ti faccio cinque esempi, ma veramente si può trattare di infiniti scenari:

  • il creditore ritarda nelle comunicazioni
  • l’immobile non si vende (esempio di potenziale causa: l’agente immobiliare con cui collabori ha pubblicato un prezzo errato)
  • la planimetria dell’immobile non è accurata
  • ti viene comunicato che non ci sono finestre per visionare una casa
  • l’asta viene rimandata

Evitando di fare un discorso troppo lungo, ecco alcuni consigli per un approccio efficace al problem solving…

Accertati di aver capito bene il problema

Trarre conclusioni affrettate è un errore che ti può costare più di quanto eri pronto a rischiare. L’investitore NPL di successo non lo fa questo.

Invece numerosi investitori immobiliari (in generale, non in NPL in quanto ce ne sono tutt’ora pochi in Italia) non hanno la pazienza di analizzare attentamente un problema prima di pensare alle soluzioni.

A volte si tratta anche solo di pochi secondi, per intenderci.

Prendono un documento in mano, notano un indizio più o meno correlato con la situazione, e subito dicono:

“Ho capito tutto!”

Mentre in realtà stanno per sborsare altri 30.000€ che non avevano previsto…

Purtroppo talvolta la causa non è evidente, o comunque non è quella che ti sembra a prima vista: il mio consiglio è semplicemente di lavorare con calma, sempre.

Chiaro?

Gestisci un problema alla volta

Il tuo cervello ha una limitazione: non può fare mente locale su più problematiche contemporaneamente.

E’ normale, tutti siamo impattati da questo inconveniente.

L’importante è accettare i limiti, non per un discorso di umiltà (anche se non guasta) ma perché mettere troppa carne al fuoco è controproducente.

Insomma la tua griglia ha spazio per un solo pezzo, tutti quelli che aggiungi dopo cadono per terra!

Stai calmo

Non ti agitare quando la situazione è difficile, per ragionare con chiarezza ti serve tranquillità.

Non ti nasconderò che non è facile rimanere sereno.

A me aiuta il sapere che lo stato di agitazione non porta benefici, ma in primis traggo confidenza dall’esperienza!

C’è un’altra cosa…

In un certo senso, la necessità di risolvere situazioni impreviste è ovvia: quando succede qualcosa di inusuale, sei costretto a capire come fare per andare avanti, altrimenti sei bloccato.

Ma ti parlo di problem solving non solo perché fa parte della mia lista di attributi chiave, ma anche perché ingloba qualcosa di ancora più intangibile: l’intuito.

L’intuito è quel ingrediente magico, quel fattore X che fa tutta la differenza nella carriera dell’investitore NPL di successo.

Avere un buon intuito è come avere un ulteriore asso nella manica che ti dà un vantaggio sleale. Una leva potentissima che ti permette di muovere pianeti.

L’intuito alimenta il problem solving, è il carburante (ottani: 100).

Siccome non sei un computer, far leva sull’intuito è il meccanismo più potente, il barbatrucco se vuoi, che hai a disposizione per essere efficiente nel problem solving.

Quando ti trovi di fronte ad un problema, non puoi ragionare come i calcolatori che analizzano sistematicamente tutti i parametri e tutte le azioni possibili, bensi ‘indovini’ cosa potrebbe funzionare al meglio.

Un’altra caratteristica particolare e importante dell’intuito è che non si può insegnare.

Potrei scrivere papiri egiziani lunghi fino alla Luna – o riempire tutti i computer di questo mondo – sui mille modi in cui applico l’intuito su base giornaliera, ma sarà tutto inutile.

Non puoi imparare ad intuire, e io non lo posso condividere come faccio coi miei Martini.

E’ qualcosa che semplicemente devi avere sin dalla nascita, e affilare continuamente accumulando esperienza.

Qualità di prim’ordine

Quality

Credo che in questo caso il titolo è parlante e dice tutto.

  • conclusa la negoziazione, offri qualità acquistando immediatamente e con liquidità una sofferenza NPL dal creditore
  • offri qualità passando al tuo agente immobiliare di fiducia una palla perfetta (immobile in ottime condizioni, prezzato in base all’effettivo valore di mercato)
  • offri qualità dimostrando massima serietà e professionalità nei confronti di chiunque collabora con te

Grazie alla qualità del mio lavoro (e non solo), i miei collaboratori ADORANO lavorare con me.

Di riflesso, danno il loro meglio_ cosi il risultato finale è magnifico!

Questo è tutto ciò che volevo dire a riguardo. Non ti devo spiegare perché non ha senso non puntare sulla qualità.

Tutte le cose belle arrivano alla fine…

Bandiera di fine

Eccoci giunti alla fine degli appuntamenti sulle caratteristiche dell’investitore NPL di successo.

E’ stata una presentazione un pelo lunga, ma è stato un piacere preparare e redigere il tutto…

…e spero che a te ha fatto piacere leggere e scoprire i segreti!

Ora sai quali sono le armi che uso quotidianamente per sconfiggere queste oscure – ma intriganti e lucrative – sfide, chiamate NPL.

Ne faccio buon uso e mi assicuro che sono sempre perfettamente funzionanti con manutenzione periodica e rigorosa!

Ricapitolando:

  1. hai il mindset vincente
  2. integrità è il tuo secondo nome
  3. time management è l’asso che non ti manca mai
  4. sei sul pezzo come una macchina
  5. gestisci il capitale con massima efficienza (money management)
  6. sai vendere il tuo prodotto principale: tu
  7. il networking è nel tuo sangue
  8. maestro della negoziazione
  9. problem solver
  10. qualità di prim’ordine

Piccola confessione…

Sai, nella mia fanciullezza non pensavo neanche minimamente che sarei diventato un investitore NPL di successo.

O meglio, sapevo che fossi destinato ad usare la mia ambizione per creare qualcosa che avesse un forte impatto positivo nella società… ma non sapevo cosa, quando e come.

Avanti veloce qualche anno e giungo al punto in cui inizio il mio primo lavoro.

Si, iniziai la mia vita da adulto come un modesto dipendente, ancora indeciso sulla mia vocazione.

Creando valore anche nel piccolo, ero una risorsa ben retribuita, ma non ero pienamente soddisfatto del mio contributo perché sapevo di avere certe capacità che mi permetterebbero di fare molto di più.

Passa ancora qualche annetto e finisco nella finanza: in quel istante era solo una questione di tempo, perché il mio primo ‘contatto’ con gli NPL era inevitabile.

Quindi scopro questo mondo misterioso che ben pochi conoscevamo e ancora meno persone sapevano gestire.

Subito capii che era il mio momento.

Catalizzato e alimentato del desiderio ardente di portare un cambiamento di un certo calibro, iniziai immediatamente a dare il 300% per approfondire gli NPL e sviscerare meticolosamente tutte le sfaccettature.

Diedi le mie dimissioni, e il resto è storia…

Grazie ancora di cuore per aver letto tutto, è un onore condividere la saggezza.

Buoni affari e al tuo successo,
Dottor NPL.


logo Dottor NPL Dottor NPL è il primo e unico esperto sugli investimenti immobiliari NPL in Italia per privati, creatore del metodo più avanzato e redditizio NPL Advanced, nonché autore di "Come investire in NPL",  il libro di riferimento sull'argomento.

Vanta esperienza pluriennale... sin dalla nascita del primo affare NPL in Italia!
Vuoi avere il privilegio esclusivo di investire con il dottore?
Per la prima volta è possibile:  CLICCA QUI PER INGAGGIARLO!


CONDIVIDI SU: